Podcast

Dall’ergastolo all’assoluzione: ma la conclusione del giallo del camion killer è tragica

L’uomo accusato dell’omicidio di Loredana Dominici viene prima condannato all’ergastolo e poi assolto in appello. Morirà suicida, a 45 anni, gettandosi da una finestra del quarto piano

LA SERIE / 1 La strage di Vetriolo
LA SERIE / 2 Lo scolaro e la maestra

LA SERIE / 3 Il mistero della cisterna
LA SERIE / 4 Scomparsa nel nulla
LA SERIE / 5 Rapina di sangue

LA SERIE / 6 La bambina sacrificata



TRENTO. La contestata sentenza di assoluzione di Giuseppe Bertagnolli, accusato di aver ucciso Loredana Dominici, in secondo grado non chiude la tragica vicenda del camion killer che a Cles, il 3 settembre 1974, investe a morte la povera giovane.

I giudici ribaltano la condanna all’ergastolo: Bertagnolli, rinchiuso nel supercarcere di Novara, ha atteso per un anno la sentenza d’appello. Quando in aula ascolta la sentenza di assoluzione, per insufficienza di prove, sviene.

Anni dopo, lo stesso Bertagnolli, ormai 45enne, si ucciderà gettandosi dalla finestra del suo appartamento al quarto piano di un palazzo di corso Buonarroti, a Trento.

Il giallo del camion killer è uno degli episodi raccontati da Luigi Sardi nel libro «Delitti e misteri in Trentino» edito da Curcu & Genovese e che adesso è diventato un podcast grazie all'intensa interpretazione di Mario Cagol in «Il suono delle pagine».

In questa seconda parte Mario Cagol racconta l’epilogo di questa triste vicenda.

Ma ecco il podcast di Mario Cagol:

 

Ascolta le prime due puntate:

















Cronaca







Dillo al Trentino