Tragedia

Travolto da una valanga sul Passo Giau, muore uno scialpinista

La vittima è un 66enne bellunese. L’allarme dato dall’amico che lo ha individuato grazie all’Artva: ma non c’è stato nulla da fare. Pericolo marcato grado 3 sulle Dolomiti



BELLUNO. E’ morto travolto da una valanga sul Passo Giau, sotto Cima Loschiesoi, uno scialpinista bellunese di 66 anni, Giuseppe Furlan.

La tragedia oggi (2 dicembre) poco prima delle 15. A dare l’allarme il compagno di escursione che, pur investito dalla massa di neve, è riuscito a rimanere in superficie. Ha cercato l’amico e lo ha individuato grazie all’Artva sotto oltre un metro di neve, tentando da subito di rianimarlo.

Le pessime condizioni meteo hanno impedito l'intervento dell'elicottero del Suem di Pieve di Cadore, quindi si sono mosse con gli sci le squadre del Soccorso alpino di San Vito di Cadore, Cortina, Alleghe - Val Fiorentina e il Soccorso alpino della Guardia di finanza di Cortina con il quad. Ma per lo sfortunato scialpinista non c’è stato nulla da fare. 

Il Soccorso Alpino ricorda che sulle Dolomiti il pericolo valanghe è di grado 3, marcato.

 













Scuola & Ricerca

In primo piano

il caso

Il ministro Nordio: «Chico Forti, lavoriamo per il suo ritorno in Italia il prima possibile»

Il Guardasigilli: «Atteso traguardo di consentirgli di scontare la pena nel suo Paese e vicino suoi affetti» (nella foto Chico con lo zio Gianni Forti)

IL PRECEDENTE Nordio: "Gli Usa non dimenticano il caso Baraldini"
COMPLEANNO Chico Forti, 64 anni festeggiati in carcere: "Grazie a chi mi è vicino" 
IL FRATELLO DELLA VITTIMA Bradley Pike: "E' innocente"

CASO IN TV La storia di Chico in onda negli Usa sulla Cbs