la tragedia

Trovati morti ad Affi i due ragazzi scomparsi sul Garda: l'auto in una scarpata

La carcassa dell'auto individuata stamane. L'allarme di sindaco e famiglia aveva fatto scattare le ricerche (foto Ansa)

LE IMMAGINI: L'intervento di recupero compiuto dai vigli del fuoco



AFFI. Sono morti in un incidente stradale Sofia Mancini e Francesco D'Aversa, i due ventenni dei quali non si avevano più notizie da lunedì sera, quando erano stati visti salire a bordo della 500 del ragazzo, all'uscita di una discoteca. La vettura e i corpi sono stati trovati stamane, in una piccola scarpata ai lati della statale 450, vicino ad Affi. L'utilitaria, capovolta e coperta dalla vegetazione, è stata notata da alcuni operai della manutenzione stradale. Manca solo il riconoscimento ufficiale delle due vittime da parte dei familiari.

Il ritrovamento dei due corpi, di una donna e di un uomo, all'interno della 500 bianca che si stava cercando è stato confermato all'ANSA dal sindaco di Costermano sul Garda , Stefano Passarini, che subito si era attivato dando l'allarme sulla scomparsa dei giovani. Sofia Mancini, 20 anni, era residente con la famiglia a Costermano. Francesco D'Aversa, 24 anni, che lavorava a Verona, era originario di Taranto. Le ricerche, effettuate anche con droni ed elicotteri, si erano concentrate ieri sulla sponda del Lago di Garda tra Calmasino e Lazise, dove le celle telefoniche avevano agganciato lunedì notte per pochi istanti il cellulare di Sofia.

 

Coppia di giovani trovata morta nella scarpata ad Affi: intervento dei vigili del fuoco

Soccorritori e forze dell'ordine sul luogo del ritrovamento della vettura a bordo della quale viaggiavano Sofia Mancini e Francesco D'Aversa, i due ventenni dei quali non si avevano più notizie da lunedì sera, quando erano stati visti salire a bordo dell'auto del ragazzo, all'uscita da una discoteca. I corpi e la macchina sono stati trovati in una piccola scarpata ai lati della statale 450, vicino ad Affi (foto Ansa e vigili del fuoco)

Il dirupo dov'è finita la vettura non era visibile dalla strada che collega Lazise ad Affi. E' stata una squadra di operai di Veneto Strade ad accorgersi stamane di alcuni pezzi di carrozzeria semi-coperti dai cespugli.

















Cronaca







Dillo al Trentino