trasporti

Treno+bus, al via la mobilità leggera per il lago di Garda

Inaugurato il nuovo servizio: con un solo biglietto chi arriva alla stazione di Verona ha 13 collegamenti giornalieri verso le località della sponda orientale (foto gardapost)



LAGO DI GARDA. Treno più autobus, ovvero "Garda Link”, per raggiungere il Garda in modo ecologico.

Attivo dal 13 giugno scorso, garantisce 27 collegamenti giornalieri da Verona con Bardolino, Lazise, Garda, Torri del Benaco, Brenzone sul Garda e Malcesine. Consente, con un unico biglietto acquistabile dal portale FS, di arrivare in treno alla stazione di Verona Porta Nuova e salire su uno degli autobus ATV che ogni 30 minuti effettuano i collegamenti giornalieri con tutte le località della sponda orientale del Garda. 

 “Quello che viene inaugurato oggi non è solo un nuovo servizio di mobilità pensato in un’ottica di promozione turistica della sponda orientale del Lago di Garda ma è anche un’occasione per procedere in modo sempre più deciso verso soluzioni di mobilità ecologica e intermodale”, ha detto ieri (20 giugno) all’inaugurazione di “Garda link” l’assessora ai Trasporti della Regione Veneto Elisa de Berti.

Il servizio rientra nell’ambito dell’iniziativa messa in campo dalle Ferrovie dello Stato sostenere turismo e soluzione di mobilità sempre più green e si aggiunge agli altri collegamenti estivi integrati (treno+bus) di Trenitalia per il Veneto inaugurati negli scorsi anni: Alleghe Link, Bibione Beach Link, CaorleLink, Chioggia Sottomarina Link, Cortina Link, Jesolo Link, Tre Cime

Link, oltre a Trenobus delle Dolomiti, Treviso Airlink e Verona Airlink ed infine Verona ATV.

“E’ imprescindibile – ha detto l'assessora de Berti – pensare al futuro impatto di un numero sempre maggiore di presenze sul Garda, e dunque servono soluzioni efficienti e rispettose dell’ambiente, che sono la chiave per la mobilità dei prossimi anni, in particolare nelle località turistiche”.

















Cronaca







Dillo al Trentino