lavoro

Toscolano Maderno, richiamati al lavoro i dipendenti della Cartiera

Si è interrotta la cassa integrazione prevista fino al 26 settembre


di Daniele Peretti


TOSCOLANO MADERNO. Mercoledì pomeriggio, decisamente a sorpresa, i 217 dipendenti della cartiera del Gruppo Burgo sono stati richiamati al lavoro. Si è interrotta così la cassa integrazione prevista fino al 26 settembre (era iniziata il 17). La motivazione ufficiale è stata quella di un diminuito costo dell’energia, ma senza nessun dettaglio in più. Possibile che la cartiera sia riuscita a creare le condizioni per un contratto di fornitura a prezzi favorevoli concretizzando la possibilità di un trattamento particolare da parte di Burgo Energia.

Con la ripresa della regolare attività lavorativa i vertici della Cartiera hanno rassicurato i dipendenti anche sul loro futuro: “In due anni sono stati assunto 39 dipendenti e altri tre lo saranno col mese di ottobre. Le commesse non mancano in particolare per la carta alimentare, carta speciale per etichette per le quali Amazon è un cliente fisso o per quelle metallizzate utilizzate per etichettare le bottiglie della birra”.

Il risultato positivo è che si sono ricreate le condizioni perché la produzione possa tornare redditizia e quindi al momento l’allarme lo si può considerare rientrato. Resta comunque il dubbio se in forma definitiva o solamente temporanea.

















Cronaca

il dopo voto

Resa dei conti nel centrodestra trentino, FdI attacca Tonina (e Fugatti)

Cia: «Voleva candidarsi contro la nostra coalizione, chiarisca. Il governatore si confronti con noi». A Milano la Lega conferma la fiducia a Salvini (foto Ansa)

I COLLEGI UNINOMINALI: Centrodestra a Roma con de Bertoldi, Biancofiore, Testor e Cattoi. Patton strappa Trento

IL PROPOZIONALE: Dentro Ferrari, Ambrosi e Steger in Parlamento. Fuori Binelli

TERZO POLO. Mario Raffaelli non ce la fa nel Lazio

 







Dillo al Trentino