lago di garda

Peschiera, 200mila euro per riqualificare il parco giochi

Il bar vicino alla spiaggia, gestito dall’associazione «La Vecchia Guardia», sarà il fulcro delle attività: previsti corsi, musica ed eventi ricreativi per grandi e piccini


Daniele Peretti


LAGO DI GARDA. Prosegue la riqualificazione del parco giochi a Peschiera del Garda. Un investimento da 200mila euro, ma intanto quattromila sono già stati spesi per il rifacimento della pavimentazione di alcuni giochi e ottomila per i futuri lavori.

Sono questi i numeri del progetto legato al “Kiosko” di Peschiera in via Bastione Tognon, per dotare il comune di un nuovo spazio ricreativo ed alcuni servizi continuativi nell’arco dell’anno.

A gennaio l’associazione “La Vecchia Guardia” si è aggiudicata il bando per la gestione dell’attività del bar nel chiosco della spiaggia con un progetto molto articolato, ma di sicuro interesse: «Siamo in tre operatori della ristorazione che avevano fondato La Vecchia Guardia - spiega il presidente Umberto Frassine - per organizzare feste ed eventi devolvendo il ricavato in beneficenza. Nell’ultimo periodo l’attività si era rallentata limitandosi ormai solo all’organizzazione della Festa Patronale e così il Bando del Comune ci è sembrata l’occasione giusta per rilanciare la nostra associazione».

Oltre all’attività propria di Kiosko, in programma tirocini, corsi, programmi specifici per bambini e giovani che hanno potuto suonare, cantare o provare a fare i dj a seconda delle loro passioni, senza tralasciare la gestione dei bagni pubblici.

«Partirei proprio da questo impegno – prosegue Umberto - che è un servizio fondamentale per una città turistica e che sarà aperto tutto l’anno e per questo faremo altrettanto anche col Kiosko. Dal momento che i bagni pubblici non sono comodi per i nostri clienti andremo a realizzarne dei nuovi nella struttura del bar come del tutto nuovo sarà il parco giochi».

La spesa ingente sarà ingente. Ma ne vale la pena? «Siamo tre soci che gestiamo cinque attività che vanno bene e di comune accordo abbiamo deciso di reinvestire gli utili del Kiosko sia per riqualificare un’area a ridosso delle mura che sono riconosciute come Patrimonio Unesco che per ringraziare Peschiera che è alla base del nostro successo».

Un altro aspetto positivo dell’attività del Kiosko è quella degli educatori: «Sono dodici che vanno in strada a cercare i ragazzi nei loro ambienti. L’importante è che sappiano che a loro disposizione c’è questa realtà e che ci interpellino se hanno qualche problema».

Kiosko sarà aperto tutto l’anno, con attività diverse ogni stagione: «Abbiamo già programmato una festa di Halloween che sarà di pomeriggio, riservata alle scuole elementari. Non mancheranno le serate a tema, ma pur non chiudendo l’attività i mesi invernali saranno un’occasione per portare avanti i lavori di riqualificazione».

















Cronaca

il dopo voto

Resa dei conti nel centrodestra trentino, FdI attacca Tonina (e Fugatti)

Cia: «Voleva candidarsi contro la nostra coalizione, chiarisca. Il governatore si confronti con noi». A Milano la Lega conferma la fiducia a Salvini (foto Ansa)

I COLLEGI UNINOMINALI: Centrodestra a Roma con de Bertoldi, Biancofiore, Testor e Cattoi. Patton strappa Trento

IL PROPOZIONALE: Dentro Ferrari, Ambrosi e Steger in Parlamento. Fuori Binelli

TERZO POLO. Mario Raffaelli non ce la fa nel Lazio

 







Dillo al Trentino