lo studio

La Venere di Willendorf fu realizzata (25 mila anni fa) con la pietra del lago di Garda

La statuetta paleolitica, alta 11 centimetri e dal valore incalcolabile, secondo uno studio austriaco è stata creata con una pietra gardesana



LAGO DI GARDA. La Venere di Willendorf è stata modellata con pietra della zona del lago di Garda.

È questo quando ha scoperto un gruppo di ricerca dell’università di Vienna guidato da Gerthard Weber.

Insomma la statua che ha 25 mila anni è stata creata sulle sponde del lago.

La statuetta di Willendorf, alta quasi 11 centimetri, è uno dei più importanti esempi di arte antica in Europa. È fatto di una roccia chiamata "oolite" che non si trova a Willendorf (ossia in Austria) o nei dintorni.

Il gruppo di ricerca guidato dall'antropologo Gerhard Weber dell'Università di Vienna e dai due geologi Alexander Lukeneder e Mathias Harzhauser, nonché dal preistorico Walpurga Antl-Weiser del Museo di storia naturale di Vienna, ha ora scoperto grazie all'aiuto di tomografie ad alta risoluzione che il materiale da cui è stata scolpita la Venere proviene probabilmente dal nord Italia, dalla zona del lago di Garda.

La statuetta fu rinvenuta nel 1908 dall'archeologo Josef Szombathy, in un sito archeologico risalente al paleolitico, presso Willendorf in der Wachau, in Austria. 

Intorno al 1990, dopo un'accurata analisi della stratigrafia del luogo, e dopo precedenti datazioni che la ponevano inizialmente al 10.000 a.C. poi fino al 32.000 a.C., fu stimato che la statuetta fosse stata realizzata da 25.000 a 26.000 anni fa.

La Venere paleolitica viene richiamata anche in romanzi, serie tv e anche videogiochi.

L'autore Michael Crichton nel suo romanzo fantascientifico Mangiatori di morte, descriveva un popolo, i Wendol (termine che indicava in realtà la "bruma nera" ossia la nebbia che accompagnava questa tribù nel compimento di razzie e massacri) i quali veneravano un culto di natura matriarcale, poiché pilotati nelle loro azioni dal volere di una donna, la cui simbologia coincideva con la figura della Venere di Willendorf i cui reperti venivano rinvenuti nei luoghi delle loro incursioni.

La Venere di Willendorf appare nel videogioco Far Cry Primal.

Nella serie The Young Pope la statua è esposta nello studio del papa e suscita l'attrazione del cardinale Voiello. (foto Artesplorndo)

















Montagna







Dillo al Trentino