il caso

I giornali tedeschi di nuovo all’attacco del lago di Garda: «Paesaggi lunari, quasi apocalittici»

Nel mirino ancora la siccità e i bassi livelli dell’acqua, nonostante le secche smentite degli operatori turistici

IL PRECEDENTE «Non tuffatevi, è pericoloso». E arrivano le disdette



LAGO DI GARDA. Non c’è pace per il lago di Garda, finito ancora una volta nel mirino dei giornali tedeschi. In particolare è la Bild che in un nuovo servizio dal Garda parla di «paesaggi lunari» definendoli «quasi apocalittici».

Secondo la Bild, «molti lidi assumono le sembianze di paesaggi lunari» a causa della siccità. Tanto che «al lago di Garda, insomma, manca poco affinché la siccità raggiunga dimensioni catastrofiche» e a quel punto sarebbe «impossibile una vacanza in quella zona».

Un nuovo attacco dopo quello di nemmeno un mese fa in cui lo stesso tabloid aveva messo in guardia i suoi lettori intimando di non tuffarsi nel lago di Garda a causa della poca acqua.

Quel primo articolo aveva provocato una serie di disdette da parte dei turisti preoccupati di non potersi godere la vacanza nel migliore dei modi, nonostante le secche smentite degli operatori turistici che avevano parlato di «fake news».

E in effetti al di là di qualche ordinanza di divieto di utilizzo notturno dei pontili per ragioni di sicurezza, nessun problema è stato segnalato dai turisti tedeschi presenti in massa sul lago di Garda per le vacanze in un territorio «da sogno».

















Cronaca







Dillo al Trentino