la scelta

Caro energia, Garda spegne le luminarie di Natale: «Scelta doverosa»

Con i 40mila euro risparmiati per “Natale tra gli olivi” il Comune farà fronte ai costi delle bollette (foto gardapost)



LAGO DI GARDA. Il caro energia “spegne” le luminarie di Natale. I Comuni sono alle prese con i bilanci e devono fare i conti con i prezzi dell’elettricità alle stelle. 

Dibattito aperto anche sul lago di Garda, dove il Comune di Garda ha deciso di rinunciare quest’anno alle luminarie in

occasione della storica rassegna “Natale tra gli olivi”, in programma da venerdì 25 novembre a domenica 8 gennaio. Il risparmio per le casse comunali sarà di 40mila euro.

L’annuncio è stato dato dal sindaco Davide Bendinelli: "Doveroso dare il buon esempio e mandare a tutti un messaggio di responsabilità: con i soldi risparmiati per l’illuminazione si farà fronte al caro bollette”, ha detto il primo cittadino. “Non possiamo 

non pensare a quello che succederà nelle prossime settimane e nei prossimi mesi che saranno i più duri dal punto di vista dei rincari”. 

Un tema che coinvolge come detto tutti i Comuni. A Bolzano per esempio il Comune sta pensando di ridurre il tempo di accensione.

















Cronaca

il dopo voto

Resa dei conti nel centrodestra trentino, FdI attacca Tonina (e Fugatti)

Cia: «Voleva candidarsi contro la nostra coalizione, chiarisca. Il governatore si confronti con noi». A Milano la Lega conferma la fiducia a Salvini (foto Ansa)

I COLLEGI UNINOMINALI: Centrodestra a Roma con de Bertoldi, Biancofiore, Testor e Cattoi. Patton strappa Trento

IL PROPOZIONALE: Dentro Ferrari, Ambrosi e Steger in Parlamento. Fuori Binelli

TERZO POLO. Mario Raffaelli non ce la fa nel Lazio

 







Dillo al Trentino