Steve Martin dice addio alla carriera di attore

Only Murders in the Building ultima opera per comico

NEW YORK


(ANSA) - NEW YORK, 11 AGO - Dopo quasi 60 anni di carriera Steve Martin decide di dire addio alla recitazione. "E', stranamente, così" - ha detto lo stesso comico in un'intervista a Hollywood Reporter specificando che 'Only Murders in the Building' sarà il suo canto del cigno. La serie televisiva, creata dallo stesso Martin e John Hoffman, ha debuttato sulla piattaforma Hulu il 31 agosto del 2021, in Italia è disponibile su Disney+. Attualmente è in corso la seconda stagione. Tra i protagonisti ci sono Steve Martin (Charles-Haden Savage), Martin Short (Oliver Putnam) e Selena Gomez (Mabel Mora) i quali dopo la scoperta di un'orribile morte in un palazzo dell'Upper West Side, l'immaginario Arconia Building, da inquilini dell'edificio estranei tra loro sospettano subito che si tratti di omicidio e si uniscono per indagare sull'accaduto. Mentre registrano un podcast per documentare il caso, i tre scoprono i segreti del palazzo che riguardano eventi accaduti molto tempo prima. "Siamo stati felici di fare lo show dal vivo - ha detto Martin in riferimento a 'You Won't Believe What They Look Like Today!' con Martin Short - potrebbe esserci una fine naturale, qualcuno si ammala, si stufa, ma io non lo farò senza Marty. Quando finirà questo spettacolo televisivo non ne cercherò altri. Non cercherò altri film. Non voglio fare cameo. E' stranamente così". (ANSA).

















Cronaca







Dillo al Trentino