Guerra

Sette operatori di una ong americana uccisi in un raid israeliano a Gaza

Si tratta di persone che lavoravano per la World Central Kitchen, ong di aiuti alimentari dello chef José Andres. L'esercito di Tel Aviv: "Indagini sul tragico incidente"

NEW YORK


NEW YORK. Sette persone che lavoravano per la ong statunitense di aiuti alimentari World Central Kitchen dello chef José Andres sono state uccise in un raid aereo dell'esercito israeliano a Gaza. Lo annuncia lo stesso José Andres, dicendosi distrutto dalla perdita. "Queste persone sono angeli", ha scritto  su X. L'Ong ha deciso di sospendere le sue attività nella regione.

In precedenza il ministero della Sanità di Hamas aveva annunciato la morte di quattro operatori umanitari stranieri e del loro autista palestinese in seguito ad un attacco israeliano contro il loro veicolo nel centro della Striscia di Gaza.

"In seguito alle notizie riguardanti il personale della World Central Kitchen a Gaza, l'Idf sta conducendo un esame approfondito ai massimi livelli per comprendere le circostanze di questo tragico incidente": lo scrive su Telegram l'esercito israeliano riferendosi all'uccisione di diversi operatori umanitari della ong statunitense in un raid aereo israeliano nella Striscia di Gaza. "L'Idf compie grandi sforzi per consentire la consegna sicura degli aiuti umanitari e lavora a stretto contatto con la WCK nei loro sforzi vitali per fornire cibo e aiuti umanitari alla popolazione di Gaza", prosegue il comunicato. 













Scuola & Ricerca

In primo piano