Saras verso il prezzo d'opa, Borsa non teme il golden power

Cede il 4,2% a 1,72 euro, vicino agli 1,75 euro offerti da Vitol

MILANO


(ANSA) - MILANO, 12 FEB - Saras si avvicina al prezzo offerto da Vitol per la quota della famiglia Moratti a riprova della fiducia che la Borsa esprime sul fatto che l'operazione possa superare il vaglio del golden power e che possa portare al lancio di un'offerta pubblica di acquisto. Il titolo tratta infatti a 1,72 euro (-4,2%) a ridosso degli 1,75 euro offerti da Vitol. "Anche se la raffineria di Sarroch in Sardegna rappresenta un asset strategico per l'Italia, ci attendiamo che l'operazione possa ottenere semaforo verde", commentano gli analisti di Intermonte, che suggeriscono, in caso di opa, di portare in adesione le proprie. "Riteniamo che l'adesione all'opa possa essere abbastanza elevata, data la condizione di controllo della società e la volontà fonderla per il delisting" afferma Equita, che ricorda come l'operazione sia "soggetta alle autorizzazioni regolamentari come quelli della Ue sulle sovvenzioni estere, l'antitrust e la normativa golden power". (ANSA).













Scuola & Ricerca

In primo piano

il caso

Il ministro Nordio: «Chico Forti, lavoriamo per il suo ritorno in Italia il prima possibile»

Il Guardasigilli: «Atteso traguardo di consentirgli di scontare la pena nel suo Paese e vicino suoi affetti» (nella foto Chico con lo zio Gianni Forti)

IL PRECEDENTE Nordio: "Gli Usa non dimenticano il caso Baraldini"
COMPLEANNO Chico Forti, 64 anni festeggiati in carcere: "Grazie a chi mi è vicino" 
IL FRATELLO DELLA VITTIMA Bradley Pike: "E' innocente"

CASO IN TV La storia di Chico in onda negli Usa sulla Cbs