Qui non sei sola, hotel accolgono donne vittime violenza

Protocollo d'intesa con Ministeri turismo e famiglia

ROMA


(ANSA) - ROMA, 22 MAR - Firmato oggi dalle ministre del turismo e della famiglia, Daniela Santanché ed Eugenia Roccella insieme alle maggiori associazioni di categoria del comparto alberghiero, per il progetto Qui non sei sola, rete di alberghi solidali che apriranno le porte alle donne vittime di violenza. "La violenza sulle donne ogni giorno peggiora - spiega la ministra Santanché -. E i maltrattamenti spesso avvengono proprio in famiglia. Abbiamo pensato, dopo il percorso di recupero, di ospitare queste donne in alberghi per regalare loro un momento di relax e farle tornare alla vita normale". "Nonostante le buone leggi non siamo ancora riusciti a contrastare questo fenomeno dai numeri impressionanti", prosegue la ministra Roccella. Da parte del governo, aggiunge, "c'è una compattezza e volontà comune di affrontare questo problema", "sin dalla Legge di bilancio" e "con tutte le deleghe presenti nei vari ministeri". Già un migliaio le strutture in tutta Italia aderenti a Qui non sei sola. Il progetto prevede l'accoglienza da 3 giorni a una settimana per le donne vittime di violenza, insieme ai loro figli, al termine del loro percorso nei Centri antiviolenza. (ANSA).













Scuola & Ricerca

In primo piano

Mobilità

Trento è "ComuneCiclabile" Fiab per la settima volta

Il capoluogo trentino ha ottenuto la simbolica bandiera gialla che premia le amministrazioni più virtuose in termini di mobilità sostenibile riuscendo a migliorare il punteggio dello scorso anno passando da 3 a 4 bikesmile.