il lutto

Promessa del pattinaggio a rotelle, Viola è morta a 17 anni

Aggredita dal tumore meno di un anno fa, poco dopo essere stata convocata per un collegiale in azzurro

MILANO. Era una promessa del pattinaggio a rotelle, Viola Parigi. E' morta a 17 anni, strappata alla vita da un tumore che l’aveva aggredita meno di un anno fa, proprio dopo una delle gioie sportive più grandi, la convocazione per un collegiale in azzurro.

Cresciuta nell’Oltrarno Firenze e studentessa dell’istituto tecnico “Marco Polo”, Viola è morta martedì 19 ottobre dopo aver affrontato con coraggio un intervento, terapie. E anche lezioni in Dad.

La sua foto mentre si esibisce è stata postata dalla Federazione italiana degli sport rotellistici e l’Asd Firenze ha scritto: “Pattineremo sempre con te, Viola”. “Era una ragazza fantastica, piena di vita e sempre sorridente - l’ha ricordata sulla Nazione il padre Alessandro -. Legatissima alla famiglia, alla scuola e al suo grande amore, il pattinaggio”.

La sua scuola si è fermata per un minuto di silenzio per ricordarla, gli studenti del Marco Polo hanno lasciato volare i palloncini consegnati a tutte le classi dai compagni di Viola.