Monito Gb a Cina contro 'stazioni di polizia clandestine'

Governo britannico formalizza la contestazione

LONDRA


(ANSA) - LONDRA, 06 GIU - Il governo britannico di Rishi Sunak ha rivolto una sorta d'ingiunzione alla Cina a chiudere i presunti posti di polizia clandestini all'estero che il Regno Unito (come gli Usa e altri Paesi occidentali) accusa Pechino di aver istituito sul suo territorio. Lo si legge in un comunicato, attraverso il quale Londra formalizza una contestazione sollevata ripetutamente di recente e respinta dalle autorità cinesi. (ANSA).













Scuola & Ricerca

In primo piano