Minneapolis, arrestato agente coinvolto

Obama, cose assurde in Usa del 2020. Trudeau, 'stupore e orrore'

WASHINGTON

(ANSA) - WASHINGTON, 29 MAG - Derek Chauvin, il poliziotto di Minneapolis coinvolto nella morte dell'afroamericano George Floyd, è stato arrestato. Si tratta dell'agente che, premendo sul collo di Floyd, lo ha soffocato. Intanto sulle vicende di Minneapolis si sono espressi l'ex presidente degli Stati Uniti Barack Obama e il premier canadese Justin Trudeau. "Tutto ciò non dovrebbe essere normale nell'America del 2020", ha detto Obama, lanciando un appello perchè nel Paese si possa creare un "new normal", una nuova normalità "dove eredità come l'intolleranza e il trattamento diseguale tra cittadini non infetti più le nostre istituzioni e i nostri cuori".

Secondo Trudeau "molti canadesi di tutte le origini guardano le notizie dagli Stati Uniti con stupore e orrore". "Il razzismo è reale - ha aggiunto - : è presente negli Stati Uniti ma anche in Canada".