Milei agli argentini, 'non ci sono soldi, uno shock inevitabile'

Il neo presidente: 'Non c'è alternativa all'aggiustamento'

BUENOS AIRES


(ANSA) - BUENOS AIRES, 10 DIC - Per l'Argentina "non c'è alternativa all'aggiustamento e non c'è alternativa allo shock". Lo ha detto il neo presidente, Javier Milei, nel suo primo discorso come capo dello Stato. Il leader ultraliberista ha avvertito la cittadinanza che "non ci sono soldi" e che il programma di riforme e stabilizzazione economica "avrà un impatto sul livello di attività, di inflazione e di povertà". "Attraverseremo un periodo di stagflazione ma sarà l'ultimo sorso amaro che dovrà deglutire l'Argentina. Abbiamo ricevuto la peggior eredità della storia", ha aggiunto. (ANSA).













Scuola & Ricerca

In primo piano