Mattarella, non arrendersi alla guerra, interrompere spirale

Allora la richiesta di abbandonare la prepotenza

ROMA


(ANSA) - ROMA, 04 OTT - "Non ci arrendiamo alla logica di guerra, che consuma la ragione e la vita delle persone e spinge a intollerabili crescendo di morti e devastazioni. Che sta rendendo il mondo più povero e rischia di avviarlo verso la distruzione. E allora la richiesta di abbandonare la prepotenza che ha scatenato la guerra. E allora il dialogo. Per interrompere questa spirale". Lo ha detto il presidente della Repubblica Sergio Mattarella parlando ad Assisi per le celebrazioni di san Francesco. (ANSA).

















Cronaca







Dillo al Trentino