La Russa, il doppio turno incrementa l'astensione

Ripensare a una legge elettorale per le amministrative

ROMA


(ANSA) - ROMA, 24 GIU - "Al di là dei risultati del secondo turno, di chi ha vinto e di chi ha perso, emerge un dato che deve far riflettere: il doppio turno non è salvifico e anzi incrementa l'astensione. Dal 62,83% del primo turno, si è scesi molto sotto il 50% e cioè al 47,71%. In qualche caso, si viene eletti con solo il 20% dei voti degli aventi diritto. A volte, viene addirittura eletto chi ha meno voti assoluti di quanti ne ha avuti l'avversario al primo turno. Inaccettabile". Lo scrive il presidente del Senato Ignazio La Russa. "Occorre ripensare - ha proseguito - a una legge elettorale per le amministrative". Bisognerebbe, ha aggiunto La Russa, pensare a una legge elettorale "magari seguendo l'esempio del doppio turno siciliano o inserendo idonei correttivi per evitare storture come queste e incrementare la partecipazione". (ANSA).













Scuola & Ricerca

In primo piano