Killer di Las Vegas aveva una lista di obiettivi e 150 munizioni

Aveva spedito 22 lettere a professori, una con polvere bianca

WASHINGTON


(ANSA) - WASHINGTON, 07 DIC - Il professore di 67 anni che ha ucciso tre colleghi e ne ha ferito un quarto in una sparatoria avvenuta ieri alla University of Nevada aveva una "lista di obiettivi" nel college e 150 munizioni. Lo ha detto la polizia. Lo sceriffo Kevin McMahill ha spiegato in una conferenza stampa che i target nell'elenco di Anthony Polito includevano anche membri della facoltà della East Carolina University nel North Carolina, dove l'uomo aveva insegmato dal 2001 al 2017. "Nessuno degli individui sulla lista è stato colpito", ha aggiunto la polizia. Prima della sparatoria, Polito aveva anche spedito 22 lettere a professori in diverse università negli Stati Uniti, e almeno una delle buste conteneva una polvere bianca sconosciuta. (ANSA).













Scuola & Ricerca

In primo piano

il caso

Il ministro Nordio: «Chico Forti, lavoriamo per il suo ritorno in Italia il prima possibile»

Il Guardasigilli: «Atteso traguardo di consentirgli di scontare la pena nel suo Paese e vicino suoi affetti» (nella foto Chico con lo zio Gianni Forti)

IL PRECEDENTE Nordio: "Gli Usa non dimenticano il caso Baraldini"
COMPLEANNO Chico Forti, 64 anni festeggiati in carcere: "Grazie a chi mi è vicino" 
IL FRATELLO DELLA VITTIMA Bradley Pike: "E' innocente"

CASO IN TV La storia di Chico in onda negli Usa sulla Cbs