Israele, 'preso terrorista che ha sparato su bus a Gerusalemme'

Si è consegnato con la pistola. Sette i feriti nell'attentato

TEL AVIV


(ANSA) - TEL AVIV, 14 AGO - La polizia israeliana ha annunciato di aver arrestato l'autore dell'attentato della scorsa notte a Gerusalemme, in cui un terrorista ha aperto il fuoco nella città vecchia contro i passeggeri di un autobus, e poi contro altri passanti, ferendone otto, due dei quali in modo grave. "Al termine di una caccia all'uomo a cui hanno preso parte ingenti forze della polizia, della guardia di frontiera e dello Shin Bet (servizi segreti) - afferma un comunicato della polizia - è stato arrestato il terrorista che ha compiuto l'attentato della scorsa notte. Questi si è consegnato alla polizia. Ha anche consegnato l'arma con cui ha effettuato la sparatoria". Secondo la radio militare l'uomo è stato identificato in Amir Sidawi, 26 anni, residente a Gerusalemme est e detentore di una carta di identità israeliana. La sparatoria è avvenuta vicino la Tomba di Davide, non lontano dal Muro del Pianto. "Ci sono un totale di sette feriti, tutti coscienti, una donna e sei uomini, di cui due sono gravi", ha spiegato Zaki Heller, portavoce del Magen David Adom, l'equivalente israeliano della Croce Rossa. Nelle ultime settimane a Silwan sono cresciute le tensioni fra gli abitanti palestinesi e la enclave ebraica al suo interno. Da Gaza, Hamas ha espresso compiacimento per l'attentato, senza tuttavia assumersene la responsabilità. (ANSA).

















Cronaca







Dillo al Trentino