Infermiera Piombino, ergastolo all'appello bis

Nuovo processo dopo annullamento assoluzione dalla Cassazione

FIRENZE


(ANSA) - FIRENZE, 29 MAG - Condanna all'ergastolo per Fausta Bonino, l'infermiera dell'ospedale di Piombino (Livorno) finita a processo per la morte di alcuni pazienti. Questa la sentenza decisa dalla corte d'assise d'appello al processo bis di secondo grado dopo che la Cassazione aveva annullato l'assoluzione della donna. Le morti avvennero fra il 2014 e il 2015. Inizialmente Bonino era stata accusata per dieci decessi: in primo grado era stata condannata all'ergastolo per quattro, in appello era stata assolta. Poi la Cassazione che ha disposto un nuovo appello per quattro pazienti morti, confermando l'assoluzione per gli altri sei casi. (ANSA).













Scuola & Ricerca

In primo piano