In Russia già 14.000 evacuati per inondazioni a Orenburg

La regione degli Urali sommersa con punte di 11,7 metri

ORENBURG


(ANSA) - ORENBURG, 13 APR - In Russia, oltre 14.000 sono già state evacuate, e altre se ne aggiungono ogni ora, dalla città di Orenburg e dintorni, nella regione russa degli Urali, non lontano dal confine con il Kazakhistan, investita da nubifragi e conseguenti inondazioni. In alcuni punti il livello dell'acqua esondata dal fiume Ural ha toccato gli 11,7 metri, oltre 40 centimetri in più rispetto a ieri. Lo rendono noto le autorità locali, fra cui il sindaco di Orenburg, capoluogo dell'omonima regione russa. L'inondazione ha investito quartieri residenziali della città, originata dalle piogge torrenziali innescate da un anomalo incremento delle temperature. Diverse le strade allagate, con il conseguente isolamento di alcune aree. (ANSA).













Scuola & Ricerca

In primo piano