Il Papa, siamo chiamati ad accogliere chi bussa alle porte

"Serve uno sguardo fraterno per chi fugge dalla propria terra"

CITTÀ DEL VATICANO


(ANSA) - CITTÀ DEL VATICANO, 19 GIU - "Domani ricorre la Giornata mondiale del rifugiato promossa dalle Nazioni Unite". Lo ha ricordato il Papa all'udienza generale. "Possa essere l'occasione per rivolgere uno sguardo attento e fraterno a tutti coloro che sono costretti a fuggire dalle loro case, in cerca di pace e di sicurezza. Siamo tutti chiamati ad accogliere, promuovere, accompagnare e integrare quanti bussano alle nostre porte. Prego affinché gli Stati si adoperino ad assicurare ai rifugiati condizioni umane e a facilitare i processi di integrazione", ha sottolineato Papa Francesco. (ANSA).













Scuola & Ricerca

In primo piano