Epstein:libro, Clinton amante di Maxwell

La donna era il braccio destro del finanziere suicida

NEW YORK

(ANSA) - NEW YORK, 29 MAG - Un libro sulla morte di Jeffrey Epstein, trovato impiccato lo scorso 10 agosto nel carcere di New York dove era detenuto con le accuse di abusi, sfruttamento della prostituzione e traffico di minori, sostiene che l'ex presidente Bill Clinton è stato l'amante di Ghislaine Maxwell, il braccio destro del finanziere. La socialite britannica è anche accusata di essere stata colei che procurava le minorenni per i festini a luci rosse nell'atollo privato di Epstein alle US Virgin Island. Secondo l'estratto del libro - 'A Convenient Death: The Mysterious Demise of Jeffrey Epstein', di Alana Goodman e Daniel Halper - pubblicato dal New York Post, Clinton aveva presumibilmente una relazione con almeno una donna che gravitava nella cerchia ristretta di Epstein. "Ecco perché era vicino a Epstein, per stare con lei", ha rivelato una fonte, sottolineando che la relazione tra lui e Maxwell non è finita sotto i riflettori perché la stampa si è concentrata sui crimini dell'ex finanziere.