Da domani parte la carbon tax alle frontiere Ue

Inizia fase transitoria, c'è solo l'obbligo di rendicontazione

ROMA


(ANSA) - ROMA, 30 SET - Entra in vigore domani, primo ottobre, la carbon tax Ue alle frontiere. Per ora sarà in fase di test e non sarà quindi applicato il dazio Co2 che punta a pareggiare il prezzo del carbonio dei prodotti europei con quelli importati. Fino al 2026, infatti, gli operatori dovranno solo rendicontare le emissioni dei prodotti importati nei settori cemento, ferro e acciaio, alluminio, fertilizzanti, elettricità e idrogeno. Multe da 10 a 50 euro per tonnellata sono previste per coloro che non osserveranno questa disposizione. Il meccanismo di adeguamento del prezzo della Co2 alle frontiere è unico al mondo. Prevede che ad alcune categorie di prodotti l'Ue applichi il prezzo del mercato interno della Co2 (l'Ets, emission trade sysstem). L'Ue ha varato questo meccanismo per tutelare le imprese europee alle prese con i regolamenti del Green Deal rispetto alla concorrenza di industrie di Paesi terzi che non osservano gli stessi requisiti stringenti in materia di emissioni e quindi per scaoraggiare la concorrenza sleale. Il meccanismo è stato concepito anche per scoraggiare le delocalizzazioni. (ANSA).













Scuola & Ricerca

In primo piano