Covid: medici Usa respingono accuse Trump, 'calunnie'

'Invece di attaccarci segua la scienza e chieda rispetto norme'

NEW YORK

(ANSA) - NEW YORK, 31 OTT - L'associazione dei medici americani si ribella all'attacco di Donald Trump, che li ha accusati di gonfiare i numeri dei morti per coronavirus per soldi. "L'idea che i medici, nel mezzo di una crisi sanitaria pubblica, gonfino i numeri sui pazienti di Covid-19 per riempirsi le tasche è una calunnia, un'accusa offensiva e sbagliata", afferma Susan Bailey, presidente dell'American Medical Association. "Invece di attaccarci e cavalcare accuse prive di fondamento, i nostri leader - aggiunge Bailey - dovrebbero seguire la scienza e chiedere il rispetto delle misure che sappiamo che funzionano, ovvero indossare la mascherina, lavarsi le mani e praticare il distanziamento sociale". (ANSA).