Borsa: l'Europa debole attende Wall Street, Milano -0,4%

In rialzo oro e petrolio. L'euro poco mosso sul dollaro

MILANO


(ANSA) - MILANO, 07 DIC - Le Borse europee restano deboli in vista dell'avvio di Wall Street dove i future sono in calo. Gli investitori cercano spunti sulle prossime mosse delle banche centrali sul fronte dei tassi d'interesse mentre aumentano i timori per un ulteriore rallentamento dell'economia globale. Sul fronte valutario l'euro è poco mosso a 1,0764 sul dollaro mentre l'oro non allenta la sua corsa e sale a 2.032 dollari l'oncia (+0,4%). L'indice stoxx 600 cede lo 0,2%. Madrid maglia nera cede l'1%. In calo anche Milano (-0,4%), Francoforte (-0,2%), Parigi (-0,1%) mentre è piatta Londra (+0,02%). I listini sono appesantiti dall'andamento negativo del comparto del lusso (-0,7%) e delle Tlc (-0,4%). In calo le banche (-0,7%) e la farmaceutica. Poco mossa l'energia (+0,03%), con la volatilità del prezzo del petrolio. Il Wti sale dello 0,6% a 69,8 dollari al barile. Il Brent si attesta a 74,8 dollari (+0,7%). Positive le utility (+0,5%), con il prezzo del gas in rialzo dello 0,6% a 39,6 euro al megawattora. Piazza Affari è appesantita dalle banche. Nel listino principale scivolano Mps (-3,6%), Banco Bpm (-3,4%) e Bper (-2,9%). Male anche Unicredit (-1,7%), Intesa (-1,2%). Vendite per Leonardo (-2,4%) e Stm (-1,5%). Contrastata l'energia dove Saipem cede l'1,8%, Eni (-0,5%) e Tenaris (+0,4%). Positive le utility con A2a (+0,6%) e Enel (+0,2%). Lo spread tra Btp e Bund scende a 173 punti, con il rendimento del decennale italiano al 3,93 per cento. (ANSA).













Scuola & Ricerca

In primo piano