Il caso

Bolletta alle stelle, ristoratore la espone in vetrina

Nel cremonese la protesta di una pizzeria: «Mettere una pizza Margherita a 10 euro e passare da ladro o chiudere l'attività»



CREMONA. A Roncadello, nel Cremonese, un ristoratore ha messo in vetrina la bolletta dell'energia per giustificare l'aumento dei prezzi.

«Quando le spese diventano insostenibili» scrive l'uomo su un biglietto a fianco della fotocopia della bolletta. «Mettere una pizza Margherita a 10 euro e passare da ladro - aggiunge - o chiudere l'attività».

L'uomo, Alberto Rovati, titolare della pizzeria «Funky Gallo» si è ritrovato da pagare una bolletta dell'energia elettrica da 4 mila euro per il mese di luglio.

«La stessa bolletta lo scorso anno, per lo stesso periodo - afferma - era di 1.350 euro, un rincaro del 300%».

Il ristoratore dice di averla ricevuta domenica scorsa, e di aver pensato subito di esporla «non per spaventare i clienti, ma per lanciare un messaggio, che così non si può andare avanti».

















Cronaca







Dillo al Trentino