Birmania: Paesi G7 condannano violenze contro manifestanti

'Inaccettabili l'uso di proiettili su persone indifese'

ROMA

(ANSA) - ROMA, 23 FEB - I ministri degli Esteri dei Paesi del G7 "condannano con fermezza" le violenze dell'esercito sui manifestanti e chiedono con urgenza "il rispetto dei diritti umani e della legge internazionale". "L'uso di proiettili contro persone indifese è inaccettabile. Chiunque risponda con violenza a proteste pacifiche deve renderne conto", si legge nel comunicato firmato da Stati Uniti, Canada, Francia, Germania, Gran Bretagna, Italia e Giappone. (ANSA).