Alitalia: sindacati, raggiunto accordo su esodo volontario

'Scongiurati licenziamenti coatti'

ROMA


(ANSA) - ROMA, 07 DIC - "Firmato accordo su esodo volontario". A darne notizia unitariamente Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti e Ugl Trasporto Aereo al termine dell'esame congiunto previsto dalla procedura 223 per la riduzione di personale dipendente di Alitalia in amministrazione straordinaria e Alitalia city Liner, spiegando che "di conseguenza è stato bloccato l'invio coatto delle lettere di licenziamento". "Sono interessati dall'accordo - sottolineano i sindacati - soprattutto coloro che maturano requisiti pensionistici nei prossimi 2 anni ma anche coloro i quali pur non raggiungendo i requisiti pensionistici, sempre volontariamente, comunicheranno di voler essere collocati in Naspi integrata dal Fondo straordinario del trasporto aereo all'80%. Gli interessati dovranno manifestare il proprio interesse entro il 20 dicembre". "Con questo accordo - proseguono i sindacati - confermiamo la richiesta fatta al Governo di estensione della cigs a tutto il periodo 2024/2025 per permettere così il recupero sui posti di lavoro di tutto il personale non interessato dagli esodi volontari". (ANSA).













Scuola & Ricerca

In primo piano

il caso

Il ministro Nordio: «Chico Forti, lavoriamo per il suo ritorno in Italia il prima possibile»

Il Guardasigilli: «Atteso traguardo di consentirgli di scontare la pena nel suo Paese e vicino suoi affetti» (nella foto Chico con lo zio Gianni Forti)

IL PRECEDENTE Nordio: "Gli Usa non dimenticano il caso Baraldini"
COMPLEANNO Chico Forti, 64 anni festeggiati in carcere: "Grazie a chi mi è vicino" 
IL FRATELLO DELLA VITTIMA Bradley Pike: "E' innocente"

CASO IN TV La storia di Chico in onda negli Usa sulla Cbs