Sala, linea Linate-Milano centro con M4 e' un fatto epocale

(ANSA) - ROMA, 04 LUG - A Milano apre oggi al pubblico il nuovo tratto della metropolitana M4 che collega l'aeroporto di Linate a San Babila. 'Due stazioni che realizzano un sogno: collegare direttamente l'aeroporto di Linate al cuore della citta' - ha osservato il sindaco di Milano Giuseppe Sala nel suo podcast quotidiano -. È un fatto epocale per la nostra citta', per la sua internalizzazione, per lo sviluppo di quel sistema di trasporti pubblici che ci assicura una serie di fondamentali benefici in termini di decongestione del traffico, di miglioramento ambientale, di ricucitura della citta' in tutte le sue componenti'. (ANSA).



Gallerie

Von der Leyen, 'Ue e Nuova Zelanda da oggi più vicine'

(ANSA) - BRUXELLES, 09 LUG - "Oggi firmiamo l'accordo di libero scambio l'Unione Europea e la Nuova Zelanda. Un accordo ambizioso ed equilibrato che riflette i nostri obiettivi condivisi sulle emissioni zero. Siamo già il terzo partner commerciale della Nuova Zelanda. Ora potremmo aumentare gli scambi commerciali tra noi del 30%". Lo ha detto la presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen. "Nonostante siamo così distanti condividiamo la visione del mondo e questo accordo potrà aumentare gli investimenti dell'80%", ha aggiunto. La Nuova Zelanda entra inoltre a far parte del programma scientifico New Horizon e firma una cooperazione con Europol. L'Ue e la Nuova Zelanda sono dunque da oggi "più vicine". (ANSA).

Anm, separazione carriere per punirci, governo cambi passo

(ANSA) - ROMA, 08 LUG - "Il sospetto è che la separazione delle carriere e le riforme costituzionali vengano sbandierate non perchè si crede che servano a un miglioramento dell'attuale sistema" ma come "una misura di punizione nei confronti della magistratura". Lo sottolinea il presidente dell'Anm Giuseppe Santalucia che chiede con "umiltà" al governo e alla maggioranza "di cambiare passo :non si può andare a una riforma costituzionale con questo passo, come risposta reattiva a un provvedimento fisiologico di un giudice che non piace perchè colpisce qualcuno che è al governo" (ANSA).

Yellen, Usa e Cina devono dialogare su pratiche economiche

(ANSA) - PECHINO, 08 LUG - Usa e Cina devono comunicare "direttamente" quando hanno dubbi sulle reciproche pratiche economiche: il segretario al Tesoro americano Janet Yellen, incontrando a Pechino il vice premier He Lifeng, ha osservato che, "nonostante le recenti tensioni, abbiamo stabilito un record per il commercio bilaterale nel 2022. Questo suggerisce che c'è ampio spazio per le nostre aziende nel commercio e negli investimenti". Yellen ha visto He, figura chiave nelle questioni economiche cinesi, presso la Diaoyutai State Guesthouse, nel penultimo giorno della sua visita di quattro giorni in Cina finalizzata a stabilizzare le relazioni bilaterali. (ANSA).

Ada d'Adamo supera tutti e vince lo Strega 2023

(ANSA) - ROMA, 07 LUG - Ha conquistato tutti Ada d'Adamo con il suo potente libro d'esordio Come D'Aria (Elliot) che l'ha portata alla vittoria del Premio Strega 2023 con 185 voti. La scrittrice e danzatrice, morta a 55 anni il primo aprile 2023, due giorni dopo essere entrata nella dozzina del più ambito riconoscimento letterario italiano, ha saputo della candidatura allo Strega l'ultimo giorno della sua vita. A ritirare il Premio il marito Alfredo Favi che commosso è riuscito a dire: "un premio inaspettato e meritato" e Loretta Santini , editrice della Elliot ha ringraziato "tutti quelli che hanno creduto in questo libro" rifiutato da molti editori. Commozione e applausi in un trionfo di felicità al tavolo della casa editrice dove sedeva anche Elena Stancanelli che ha candidato il memoir al premio, tutti con un fiore bianco, un lisianthus, che Ada amava tanto. Anche Mario Martone, alla sua prima volta al Premio Strega, grande amico della D'Adamo, aveva un fiore sulla giacca per la sua grande amica che ha scritto un libro che "ha un qualità eccellente di scrittura e ha anche un valore politico" ha detto. Non ce l'ha fatta Rosella Postorino, già vincitrice del Premio Campiello 2018, che guidava la cinquina, protagonista di un duello all'ultimo voto con Mi limitavo ad amare te (Feltrinelli) che ha avuto 170 preferenze. L'autrice del bestseller Le assaggiatrici ha dato voce questa volta al prezzo enorme pagato dai bambini di Sarajevo portati in Italia per salvarsi dalla guerra nel luglio 1992. Scritto durante la malattia Come d'aria è la voce autentica di una madre che combatte contro un tumore e racconta alla figlia disabile la loro storia. Un intreccio potente, vero e spietato, tra passato e presente che ha creato uno tsunami di consensi dal basso all'alto, che ha vinto anche il Premio Strega Giovani 2023, si è aggiudicato il voto collettivo di Strega off, ha portato alla vittoria un piccolo editore come Elliot e sono già stati acquisiti i diritti di traduzione in Francia. Non è la prima volta che il Premio Strega viene assegnato postumo: era accaduto con Passaggio in ombra di Mariateresa Di Lascia nel 1995 e con il Gattopardo di Giuseppe Tomasi di Lampedusa nel 1959. Ma questa volta la vittoria di Ada d'Adamo è stata accompagnata da qualcosa di magico che si è creato intorno al suo libro: una grande storia d'amore per la vita, per la danza e un invito a considerare ogni istante vissuto come un dono. Inedita anche l'atmosfera della serata, nell'edizione del ritorno alla normalità dopo la pandemia, con difficoltà a camminare tra i tavoli nel giardino, preceduta da una cena esclusiva al Caffè degli Artisti, prima della diretta al Museo Etrusco di Villa Giulia, trasmessa dalle 22.50 su Rai3 con per la terza volta consecutiva la conduzione di Geppi Cucciari. Presente il ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano tra i nuovi giurati entrati quest'anno fra gli Amici della domenica, insieme all'assessore alla cultura di Roma Capitale Miguel Gotor e al presidente del Maxxi Alessandro Giuli. "Ho sempre seguito il Premio Strega da lettore, da appassionato di libri quindi per me è qualcosa che ho già vissuto anche se non ho mai fatto parte della giuria ma da giornalista gli ho dato sempre spazio" ha detto il ministro. Alla serata anche il sottosegretario Sgarbi che è andato a salutarlo. "Non si tratta di fare o meno pace. Sono una persona per natura molto mite, tranquilla. Una persona civile risponde al saluto, ciò non toglie che io resto sulla mia posizione" ha spiegato il ministro. Al tavolo anche il commissario straordinario alla Buchmesse 2024 Mauro Mazza, il presidente dell'Aie Ricardo Franco Levi e tra i presenti anche l'ex ministro della Cultura Dario Franceschini. Terzo di una cinquina tutta al femminile, con per la prima volta quattro donne, Andrea Canobbio con La traversata notturna (La nave di Teseo) ha avuto 75 voti, quarta Maria Grazia Calandrone con Dove non mi hai portata (Einaudi), 72 voti e quinta Romana Petri con il suo Rubare la notte (Mondadori), 59 voti. A presiedere il seggio Mario Desiati, vincitore della scorsa edizione, con scarpe fucsia Valentino e una coccarda queer. Il totale dei voti espressi è stato di 561, pari a circa l'85% degli aventi diritto. (ANSA).

Rogo in casa riposo: Sala, 6 morti, bilancio pesantissimo

(ANSA) - MILANO, 07 LUG - L'incendio scoppiato in una camera della residenza per anziani Casa dei coniugi di Milano è stato "contenuto. Viene da direi n questi casi che poteva andare peggio, ma sei morti sono in bilancio pesantissimo": così ha detto il sindaco di Milano Giuseppe Sala che ha fatto un sopralluogo nella struttura insieme all'assessore alla Sicurezza Marco Granelli. Al bilancio "pesantissimo speriamo - ha aggiunto Sala - che non si aggiungano persone che sono in ospedale in situazione delicata": Erano 167 le persone presenti nella struttura quando sono scoppiate le fiamme in cui sono rimaste intossicate anche 81 persone Sala ha spiegato che in considerazione delle condizioni degli ospiti della struttura si è dovuto portarli fuori "quasi uno a uno a braccia". A dare l'allarme è stato una persona di servizio e questo ha permesso di contenere le fiamme. "Visitando le camere a fianco non c'è incendio di fuoco, ma le pareti annerite, sono le esalazioni tanto letali quanto il fuoco". Adesso "si sta lavorando per ricollocare anche velocemente le persone che molto spesso non sono autosufficienti" e si sta cercando posto nelle altre strutture del gestore "perché ricordo che questa è una struttura del Comune ma data in gestione ai privati da tanti anni". "Adesso le indagini - ha concluso - dovranno dire cosa è successo". (ANSA).

Zelensky incontra il premier ceco Petr Fiala

(ANSA) - PRAGA, 07 LUG - Secondo giorno della visita nella Repubblica ceca del presidente ucraino Volodymyr Zelensky che, prima di recarsi in Turchia, ha proseguito i suoi incontri nella Repubblica ceca. In mattinata è stato accolto all'Accademia Straka, la sede del governo ceco, dal premier Petr Fiala con il quale ha parlato dell'ulteriore aiuto all'Ucraina e del prossimo summit della Nato. Dal premier Fiala, Zelensky ha ricevuto la promessa delle forniture, dell 'addestramento dei piloti ucraini ai caccia F16 e della fornitura di simulatori di volo. Zelensky successivamente incontrerà i presidenti di entrambe le Camere del Parlamento, Milos Vystrcil e Marketa Pekarova Adamova. "Spero che il presidente Zelensky possa partecipare personalmente al prossimo summit della Nato. Mi auguro che ottenga il pieno appoggio dei Paesi membri per l'adesione dellïUcraina alla Nato", ha detto Fiala. "Ringrazio la Repubblica ceca, tra l'altro, per il sostegno all'Ucraina nei suoi sforzi di aderire nelle strutture europee e nella Nato", ha detto Zelensky. "E' arrivato il tempo per avviare i negoziati di adesione dellïUcraina all'Ue. Il summit della Nato a Vilnius deve avere peso e contenuto", ha ribadito Zelensky. Ieri sera, dopo il suo arrivo, Zelensky ha incontrato il suo omologo ceco Petr Pavel al Castello di Praga. Zelensky lo ha ringraziato per il sostegno ceco all'Ucraina. Ha messo in guardia dalle conseguenze della propaganda russa. E auspica che al prossimo summit della Nato a Vilnius l'Ucraina riceva un invito ad aderire alla Nato. (ANSA).

Berlusconi, a nessuno il controllo solitario di Fininvest

(ANSA) - MILANO, 06 LUG - "Marina Berlusconi, Presidente del CdA, e Pier Silvio Berlusconi, Barbara Berlusconi e Luigi Berlusconi, amministratori, ricevuta lettura delle volontà testamentarie del padre Silvio Berlusconi, informano che da esse risulta che nessun soggetto deterrà il controllo solitario indiretto su Fininvest SpA, precedentemente esercitato dal padre stesso". Lo si legge in un comunicato di Fininvest. "Il notaio che ha dato lettura delle volontà testamentarie provvederà nelle prossime ore agli adempimenti di legge", conclude la nota. (ANSA).

Si apre il testamento Berlusconi. Notaio, 'non dico niente'

(ANSA) - ROMA, 05 LUG - Si apre oggi, alla presenza dei figli, il testamento di Silvio Berlusconi. "Non posso dire niente, nè oggi, nè domani, nè mai", dice il notaio Arrigo Roveda, uscendo dal suo studio, in risposta ai giornalisti che gli chiedevano se il testamento di Silvio Berlusconi sarà aperto oggi. Pier Silvio Berlusconi traccia intanto le prossime mosse del gruppo escludendo un suo impegno in politica per il momento. "No", non c'è nessuna ipotesi di vendita di Mfe-Mediaset, afferma in qualità di amministratore delegato del gruppo televisivo. "In famiglia non ne abbiamo parlato. Mi ha dato fastidio che con la morte di mio padre ci siano state simili ipotesi, ma è normale", aggiunge Berlusconi alla presentazione dei palinsesti della prossima stagione di Mediaset rispondendo a una domanda sui bruschi rialzi del titolo in Borsa dopo la scomparsa del padre. Su una possibile fusione con Prosieben aggiunge: "A noi interessa il progetto industriale, oggi dire come" si potrà realizzare "è fuorviante. Lo vedremo". dice commentando l'ipotesi che la presenza del Biscione con quasi il 30% in Prosieben possa concludersi con una fusione con il gruppo media tedesco. Quello in Germania, dove Mfe-Mediaset è ampiamente primo azionista in Prosieben con una crescita costante nell'azionariato fino all'attuale soglia dell'obbligo dell'Opa, "è un progetto da portare avanti con sangue freddo. Siamo in una posizione di forza: vogliamo fare in fretta, ma non c'è fretta", spiega Pier Silvio Berlusconi. Infine spiega: "Mediaset con Rcs? Mi sembra un incastro un po' spericolato" e per valori in campo "in una fusione ci 'mangeremmo' Rcs". "Sono un fan di Urbano, è bravo, simpatico, vivace", aggiunge Berlusconi rispondendo a una domanda durante la presentazione dei palinsesti di Mediaset, "ma non c'è assolutamente niente a oggi. Urbano mi sta simpatico, ma non c'è niente". Con Vivendi, ancora presente con circa il 23% in Mfe-Mediaset dopo la conclusione della lunga guerra iniziata nel 2016, "ci sono normalissimi rapporti: è un socio finanziario ma silente", conclude l'amministratore delegato del Biscione. (ANSA).









Scuola & Ricerca



In primo piano