Midterm: Biden, è il momento di difendere la democrazia

(ANSA) - WASHINGTON, 08 NOV - "E' arrivato per voi il momento di difendere la democrazia": e' l'appello lanciato da Joe Biden in Maryland, nell'ultimo comizio prima delle elezioni di Midterm. "Sappiamo visceralmente che la nostra democrazia è in pericolo, ma noi saremo all'appuntamento. Il potere in America è là dove è sempre stato: nelle vostre mani, le mani del popolo", ha detto il presidente Usa tra gli applausi del pubblico in una università storicamente afroamericana. (ANSA).







Gallerie

Scarpinato, cambiare Cartabia, non si 'normalizzi' la mafia

(ANSA) - ROMA, 14 GEN - "Siamo in una fase di restaurazione che si declina su tanti piani, compresa una strisciante normalizzazione della mafia. Vorrei ricordare che la prima versione della riforma prevedeva l'estinzione per sopravvenuta improcedibilità di tutti i processi di mafia non definiti in appello entro due anni". Così, in una intervista al Fatto Quotidiano, il senatore M5s Roberto Scarpinato, ex magistrato antimafia, parlando della legge Cartabia. "Nordio - dice - ha annunciato tagli alle intercettazioni dichiarando che 'ormai si parla di mafia anche quando due buttano dei rifiuti nel cassonetto e si parla di mafia ecologica'. Il 41-bis è da tempo nel mirino ed è prevedibile un suo forte ridimensionamento. Condannati per reati di mafia sono di nuovo protagonisti della vita politica. Il M5S da mesi segnala i pericoli di queste norme e i fatti di cronaca ci hanno purtroppo dato ragione". Delmastro e Bongiorno sostengono che la norma va cambiata: "Passino dalle parole ai fatti. Basta approvare in tempi rapidissimi il disegno di legge del M5S, a mia prima firma: nei casi in cui ricorrano le circostanze aggravanti della finalità terroristica e del metodo mafioso, il delitto è sempre procedibile d'ufficio. Se non si cambia la norma si rischia di veicolare il messaggio culturale che il contrasto alla mafia non è più un compito prioritario dello Stato, ma è una questione privata". (ANSA).

Studio Cina, 900 milioni contagiati dal Covid

(ANSA) - ROMA, 13 GEN - Circa 900 milioni di persone in Cina sono state contagiate dal coronavirus fino all'11 gennaio, secondo uno studio dell'Università di Pechino citato dalla Bbc. Il rapporto stima che il 64% della popolazione del paese abbia contratto il Covid. La più colpita è provincia di Gansu, dove il 91% delle persone risulta essere infetto, seguita da Yunnan (84%) e Qinghai (80%). E la situazione potrebbe peggiorare perché centinaia di milioni di cinesi stanno per viaggiare verso le loro città d'origine - molti per la prima volta dall'inizio della pandemia - in vista del capodanno lunare del 23 gennaio. (ANSA). NS/ S0B QBXB (ANSA).

Tornado in Alabama, almeno cinque morti

(ANSA) - WASHINGTON, 12 GEN - Almeno cinque persone sono rimaste uccise nella contea di Autagua, in Alabama, dopo il passaggio di una serie di tornado che stanno colpendo il sud est degli Stati Uniti. Lo ha detto il coroner della zona, Buster Barber, alla Cnn. "Stiamo ancora cercando di recuperare i cadaveri", ha precisato il medico legale. Intanto sia l'Alabama che la Georgia hanno dichiarato lo stato d'emergenza. (ANSA).

Ministero al lavoro su superamento numero chiuso a Medicina

(ANSA) - ROMA, 12 GEN - Una commissione appena istituita dal ministro dell'Università Annamaria Bernini è al lavoro per studiare la modifica dell'accesso programmato alla facoltà di Medicina. La conferma arriva dal ministero e la ministra ne ha parlato oggi in una lettera al Corriere della Sera. La commissione dovrà fornire proposte al ministro entro la primavera. Intanto quest'anno l'accesso avverrà con il nuovo Tolc come previsto dalla riforma dell'ex ministro Cristina Messa. (ANSA).

Olimpiadi: addio Re Costantino,membro Cio e olimpionico 1960

(ANSA) - ROMA, 11 GEN - Re Costantino di Grecia, che si è spento ad Atene, a 82 anni, oltre a essere membro onorario del Cio, aveva un particolare legame con l'Italia: da atleta aveva vinto le Olimpiadi di Roma nel 1960 nella disciplina della vela, le cui regate si disputarono però nelle acque del Golfo di Napoli (Classe Dragoni). Re Costantino ha anche un valore simbolico per l'unica Olimpiade estiva disputata in Italia. Infatti è stato il primo atleta a entrare nello stadio Olimpico di Roma durante la cerimonia d'apertura dei Giochi 1960. Dal momento che era stato designato portabandiera della Grecia, fu lui a entrare per primo in campo alla sfilata, visto che la Nazionale greca è sempre il primo paese a guidare le nazioni partecipanti alle Olimpiadi. In quel lontano 25 agosto 1960, al proprio fianco aveva la sorella Sofia, anche lei velista in gara a Napoli e futura Regina di Spagna (ha sposato Re Juan Carlos), che lo ha assistito questi giorni fino in fondo al suo capezzale ad Atene. Costantino era diventato membro Cio nel 1963, a soli 23 anni, diventando poi nel 1974 membro onorario. L'ultima apparizione di Costantino di Grecia in Italia avvenne il 10 settembre 2010, a Roma, nei giardini del Quirinale, ricevuto dall'allora presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, in occasione delle celebrazioni del 50/o anniversario di Roma 1960, quando vennero radunati al Colle tutti gli olimpionici e paralimpionici viventi, assieme a una folta rappresentanza di membri del Cio, fra i quali appunto Re Costantino e il futuro presidente Thomas Bach. (ANSA).

Germania: iniziato sgombero borgo di Luetzerath

(ANSA) - BERLINO, 11 GEN - In Germania la polizia ha avviato le operazioni di sgombero nel borgo di Luetzerath, nel Nordren-Vestfalia, presidiato da giorni dagli attivisti ambientali, che si oppongono ai lavori di estrazione del carbone da parte del colosso energetico Rwe. L'area ormai disabitata - gli ultimi abitanti sono andati via l'anno scorso - è occupata dai manifestanti che da giorni si confrontano con le forze dell'ordine. Gli agenti in tenuta antisommossa stanno avanzando nel borgo, come mostrano diversi media tedeschi come l'emittente Ntv. (ANSA).

Perù: nove morti in scontri dimostranti-forze di sicurezza

(ANSA) - ROMA, 10 GEN - Nove persone sono rimaste uccise negli scontri tra dimostranti e forze di sicurezza nella città di Juliaca in Perù. Lo rende noto il difensore civico locale. I manifestanti, che chiedono le dimissioni della presidente Dina Boluarte, avevano tentato di invadere l'aeroporto della città, che si trova nel sudest del Paese. "Al momento ci sono 9 morti alla morgue dopo gli scontri a Juliaca" nella regione degli Aymara (una popolazione amerindia) di Puno, ha detto all'Afp Nivardo Enriquez Barriales, coordinatore dell'ufficio di mediazione di Juliaca. (ANSA).

Attivista Ultima generazione in Tribunale, 'è repressione'

(ANSA) - MILANO, 10 GEN - "La repressione che stiamo ricevendo è sproporzionata rispetto alle azioni non violente che portiamo avanti". Lo ha spiegato ai cronisti lo studente 20enne Simone Ficicchia, attivista del movimento ambientalista Ultima generazione, prima di entrare al Palazzo di Giustizia di Milano dove, davanti ai giudici della Sezione misure di prevenzione, stamani si terrà l'udienza per discutere la richiesta formulata dalla Questura di Pavia di applicazione per lui della sorveglianza speciale per un anno, con obbligo di dimora a Voghera, dove il giovane risiede. Lo studente, uno degli esponenti di punta del gruppo ambientalista, è stato protagonista di una serie di blitz negli ultimi mesi, tra cui quello dello scorso 7 dicembre con vernice lanciata sull'ingresso del teatro alla Scala e un altro a luglio quando, assieme ad altri, si incollò al vetro di protezione della Primavera del Botticelli agli Uffizi. E gli vengono contestati, per "pericolosità sociale", anche una serie di blocchi stradali messi in atto soprattutto a Roma. "Noi porteremo in aula tutte le nostre motivazioni chiare e condivise dalla comunità scientifica sul nostro futuro, sul rischio dei cambiamenti climatici - ha detto Ficicchia - e la non violenza totale delle nostre azioni, un 20enne studente non può essere un pericolo sociale". E ancora: "Mi sono sentito attaccato non per quello che faccio ma per la persona, è una misura, la sorveglianza speciale, che ha lo scopo di isolare la persona dal resto del movimento, vengo punito e processato per il mio stile di vita". All'esterno del Tribunale è in corso anche un presidio di solidarietà del movimento con cartelli con su scritto 'Ultima generazione, no gas no carbone'. (ANSA).

Von der Leyen,Sassoli: passione per la democrazia e per l'Ue

(ANSA) - ROMA, 09 GEN - "Molte grazie agli amici di David Sassoli. Leggendo il libro ho potuto ascoltare di nuovo la sua voce, calma, chiara e così appassionata. C'ero in tante occasioni in cui ha parlato ma ce n'è una che non posso dimenticare". Lo ha detto la presidente della Commissione Ue Ursula von der Leyen parlando al Teatro Quirino alla presentazione del libro 'La saggezza e l'audacia', che raccoglie i discorsi di David Sassoli. "Nell'estate del 2021 andai con lui a Fossoli, il suo discorso fu una lettera d'amore all'Ue. Tutta la visita a Fossoli mi commosse, David aveva una speciale connessione con questo luogo. Mi portò al campo di concentramento, incontrammo i sopravvissuti e i figli delle vittime. E durante la commemorazione David ruppe il protocollo e prese la mia mano, un semplice gesto di unità che vale milioni di parole", ha spiegato von der Leyen. "E' stato un uomo con la passione per la democrazia e l'Europa. Lui pensava che il nostro dovere era essere vigili, e agiva da guardiano della democrazia. David credeva che la democrazia europea poteva garantire diritti ad un numero crescente di persone. David sapeva ascoltare ma anche guidare", ha sottolineato. (ANSA).









Montagna









Dillo al Trentino