Forze dell'ordine nel 'palazzo della camorra' a Napoli

(ANSA) - NAPOLI, 29 NOV - Forze dell'ordine sono entrate nel palazzo di via Egiziaca a Pizzofalcone, a Napoli, ribattezzato il 'palazzo della camorra' per eseguire lo sgombero che era stato disposto dal gip del Tribunale di Napoli lo scorso 10 novembre nei confronti delle 16 famiglie che lo occupavano abusivamente, alcune delle quali legate da vincoli di parentela con esponenti della criminalità organizzata. Al momento l'operazione avviene senza particolari problemi. Solo una donna urla: "è una vergogna dopo 20 anni che siamo qui ci cacciano". Le forze dell'ordine sono all'interno del palazzo di via Egiziaca a Pizzofalcone. Per motivi precauzionali sul posto è stata fatta arrivare un'ambulanza. All'esterno si trova un camion con mattoni e cemento per sigillare gli appartamenti che saranno liberati. Una parte degli alloggi per i quali era stato emesso il provvedimento di sgombero erano già stati liberati nei giorni scorsi autonomamente dagli occupanti abusivi. (ANSA).







Gallerie

Papa in Sud Sudan,vorrei lasciarvi le parole speranza e pace

(ANSA) - ROMA, 05 FEB - Il Papa saluta il Sud Sudan e afferma di volere lasciare due parole: speranza e pace. "Speranza è la parola che vorrei lasciare a ciascuno di voi, come un dono da condividere, come un seme che porti frutto. Come ci ricorda la figura di santa Giuseppina - ha detto all'Angelus riferendosi alla santa africana Giuseppina Bakhita -, la speranza, qui specialmente, è nel segno della donna e vorrei ringraziare e benedire in modo speciale tutte le donne del Paese". Oltre alla speranza "vorrei associare un'altra parola, la parola di questi giorni: pace. Con i miei Fratelli Justin e Iain - ha detto riferendosi all'arcivescovo di Canterbury e al Moderatore della Chiesa di Scozia -, che ringrazio di cuore, siamo venuti qui e continueremo ad accompagnare i vostri passi, noi tre insieme siamo venuti facendo tutto quello che possiamo perché siano passi di pace, passi verso la pace". Il Pontefice ha quindi affidato "il cammino della riconciliazione e della pace" alla Madonna, "la Regina della pace". (ANSA).

Bombardamento a Kharkiv, danneggiata l'università

(ANSA) - ROMA, 05 FEB - L'Università di economia Beketov di Kharkiv è stata gravemente danneggiata da uno dei missili lanciati questa mattina dall'esercito russo sulla città, ha riferito la procura generale citata dai media ucraini. Cinque persone sono rimaste ferite, secondo l'ultimo aggiornamento fornito dalle autorità. I missili S-300 sono stati lanciati dal territorio della regione di Belgorod della Federazione Russa, ha affermato l'ufficio del procuratore generale. (ANSA).

Il Papa a religiosi Sud Sudan, siamo pastori non capi tribù

(ANSA) - JUBA, 04 FEB - Il Papa ha incontrato a Giuba, nella Cattedrale di Santa Teresa, i sacerdoti, i religiosi e le religiose, e ha chiesto loro di portare avanti la loro missione sempre al servizio della gente. "Non siamo capi tribù - ha detto il Papa -, ma pastori compassionevoli e misericordiosi; non padroni del popolo, ma servi che si chinano a lavare i piedi dei fratelli e delle sorelle; non un'organizzazione mondana che amministra beni terreni, ma la comunità dei figli di Dio". Francesco allora ha chiesto ai consacrati di spogliarsi della "presunzione umana". "Accostiamoci ogni giorno al mistero di Dio, perché bruci le sterpaglie del nostro orgoglio e delle nostre ambizioni smodate - ha sottolineato il Pontefice - e ci renda umili compagni di viaggio di quanti ci sono affidati". (ANSA).

Germania, abbiamo prove di crimini di guerra in Ucraina

(ANSA) - ROMA, 04 FEB - La Germania ha raccolto prove di crimini di guerra in Ucraina: lo ha detto il procuratore generale Peter Frank al quotidiano Welt am Sonntag, aggiungendo di vedere la necessità di un processo a livello internazionale. "Attualmente, ci stiamo concentrando sulle uccisioni di massa a Bucha o sugli attacchi contro le infrastrutture civili ucraine", ha dichiarato Frank, aggiungendo che finora i procuratori dispongono di prove "a tre cifre". Alla domanda su chi dovrebbe essere processato, Frank ha risposto: i leader della Russia e coloro che attuano le decisioni al più alto livello militare dovrebbero essere chiamati a rispondere. (ANSA).

Armi puntate, Facchinetti rapinato nella villa a Bergamo

(ANSA) - ROMA, 03 FEB - A pochi giorni dalla reunion dei Pooh per la prima serata del festival di Sanremo, Roby Facchinetti, 78 anni, voce e tastierista della band, domenica sera ha subìto nella sua villa a Bergamo una rapina da tre banditi che, pistole in mano, si sono fatti consegnare gioielli, orologi e altri valori e sono fuggiti. A darne notizia è oggi il Corriere della Sera. Con il cantautore in casa c'erano la moglie Giovanna e il figlio Roberto. I dettagli della vicenda sono ancora coperti dalla riservatezza delle indagini, affidate alla Squadra mobile. "Non è gossip - ha dichiarato al Corriere la figlia di Facchinetti, Giulia, 31 anni - è successa una cosa veramente grave e noi non possiamo dire nulla. Anzi, ci saremmo augurati che la notizia uscisse più avanti, visti gli impegni lavorativi di papà. Psicologicamente non è un momento facile da gestire per lui". Quando i rapinatori hanno fatto irruzione, il cantautore era in casa con la moglie Giovanna e il figlio Roberto. La banda era composta da almeno tre persone armate, vestite di scuro, con guanti e a volto coperto. Sotto la minaccia delle armi, hanno costretto Facchinetti e i familiari a consegnare gioielli, orologi, non è chiaro se anche denaro. Le indagini non escludono che dietro al colpo possa esserci qualcuno che conosce i Facchinetti o che abbia frequentato per qualche ragione la villa. (ANSA).

Papa a vescovi Congo, perdonate sempre, rischiate per farlo

(ANSA) - KINSHASA, 03 FEB - "Siate misericordiosi, perdonare sempre": lo ha detto il Papa ai vescovi della Repubblica Democratica del Congo riferendosi a coloro che si vanno a confessare. "Cercano il perdono del Padre e noi lì, con il dito accusatore: e quante volte... e come l'hai fatto.... Perdonare sempre", è l'invito del Papa, perché c'è il Codice da seguire ma "il cuore del pastore va oltre. Per il perdono rischiate", ha invitato il Papa. Il Papa, nell'ultimo appuntamento nella Repubblica Democratica del Congo, ha incontrato i vescovi e ha elogiato questa comunità ecclesiale "capace di attrarre e contagiare con il suo entusiasmo e perciò, proprio come le vostre foreste, con tanto 'ossigeno': grazie, perché siete un polmone che dà respiro alla Chiesa universale!". Francesco ha anche ricordato che il volto di questa Chiesa congolese, "giovane, luminoso e bello è solcato dal dolore e dalla fatica, segnato a volte dalla paura e dallo scoraggiamento. È il volto di una Chiesa che soffre per il suo popolo, è un cuore in cui palpita trepidante la vita della gente con le sue gioie e le sue tribolazioni". Il Papa ha chiesto ai vescovi della Repubblica Democratica del Congo di "continuare a far sentire la vostra voce profetica, perché le coscienze si sentano interpellate e ciascuno possa diventare protagonista e responsabile di un futuro diverso. Bisogna, dunque, sradicare le piante velenose dell'odio e dell'egoismo, del rancore e della violenza; demolire gli altari consacrati al denaro e alla corruzione; edificare una convivenza fondata sulla giustizia, sulla verità e sulla pace; e, infine, piantare semi di rinascita, perché il Congo di domani sia davvero quello che il Signore sogna: una terra benedetta e felice, mai più violentata, oppressa e insanguinata". Il Pontefice ha però chiesto ai leader della Chiesa locale di non fare politica. "Facciamo però attenzione: non si tratta di un'azione politica. La profezia cristiana si incarna in tante azioni politiche e sociali, ma il compito dei vescovi e dei pastori in generale non è questo. È quello dell'annuncio della Parola per risvegliare le coscienze, per denunciare il male, per rincuorare coloro che sono affranti e senza speranza", ha concluso il Papa. (ANSA).

Ucciso 48enne a colpi di pistola in agguato a Roma

(ANSA) - ROMA, 03 FEB - Un uomo è stato ucciso nella tarda serata di ieri ad Ostia a colpi di arma da fuoco: Fabrizio Vallo di 48 anni, con precedenti, è stato raggiunto da cinque colpi di pistola mentre si trovava sul portone di casa in via del Sommergibile. Il raid sarebbe stato compiuto da almeno due persone che si sono poi date alla fuga. Non è escluso che l'omicidio sia un regolamento di conti legato allo spaccio di droga. Indagini sono in corso da parte dei Carabinieri Ostia e nucleo investigativo. (ANSA). MAF/ (ANSA).

Kiev, sale a tre bilancio vittime attacco a Kramatorsk

(ANSA) - KRAMATORSK, 02 FEB - E' salito ad almeno tre il bilancio del bombardamento russo di ieri sera della città di Kramatorsk, nell'Ucraina orientale: lo ha reso noto la polizia locale. "Tre persone sono state uccise e 20 ferite", ha annunciato la polizia sottolineando che "almeno otto edifici residenziali sono stati danneggiati, uno di essi completamente distrutto. Alcune persone potrebbero essere sotto le macerie". (ANSA).

Papa: migliaia di persone in fila per la messa a Kinshasa

(ANSA) - CITTÀ DEL VATICANO, 01 FEB - Sono migliaia le persone in fila all'aeroporto di Ndolo, a Kinshasa, per entrare nell'area dove Papa Francesco alle 9.30 celebrerà la messa. Sono molte le persone che hanno dormito fuori dai cancelli, sul grande prato antistante, prima dell'apertura. Sono attese almeno un milione di persone ma l'area ne può contenere fino a due milioni e mezzo. Sono centinaia le persone coinvolte nella celebrazione tra sacerdoti e membri del coro. Imponenti anche le misure di sicurezza. E' l'evento con la maggiore partecipazione di fedeli in questo viaggio del Papa nella Repubblica Democratica del Congo e in Sud Sudan. Si preannuncia comunque come il più grande evento di Papa Francesco nei suoi viaggi in Africa. Per questo appuntamento con il Pontefice oggi nella Repubblica Democratica del Congo è festa: le scuole sono chiuse come anche molte attività lavorative per consentire a tutti quelli che vorranno di partecipare all'evento con il Papa. (ANSA).









Montagna









Dillo al Trentino