Mondiali: Inghilterra-Usa è senza reti e spettacolo

(ANSA) - DOHA, 26 NOV - Il gruppo B dei Mondiali si deciderà all'ultima giornata, quando ci saranno il confronto che va al di là del calcio fra Stati Uniti e Iran e il derby del Regno Unito tra Inghilterra e Galles, quest'ultima la nazionale maggiormente indiziata di tornare a casa, con al seguito il 'muro rosso' dei suoi tifosi. La partita nello stadio di Al Khawr a forma di tenda beduina ha detto poco dal punto di vista del risultato, e anche del gioco. Giustificati, quindi, i fischi del pubblico a fine partita: questa sfida avrebbe meritato uno spettacolo migliore, ma l'Inghilterra è apparsa meno intensa del solito e gli americani, pur fallendo un paio di occasioni (quella sprecata da McKennie e la traversa di Pulisic, entrambe nel primo tempo) a tratti hanno dato l'impressione di accontentarsi del pari. Di sicuro hanno scontato la mancanza di un attaccante davvero efficace, problema che del resto non è solo della rappresentativa a stelle e strisce, il cui percorso si è complicato perché contro gli iraniani non avranno alternativa alla vittoria. Ma l'ottimismo è una caratteristica degli statunitensi quindi non rimane che attendere il confronto di martedì 29. Il primo tempo si era chiuso a reti inviolate a causa soprattutto dell'imprecisione degli americani, che pure avevano provato a giocare a viso aperto, contro un'Inghilterra in cui Southgate aveva confermato lo stesso schieramento iniziale visto nel 6-2 all'Iran. Nel corso dei primi 45' gli inglesi avevano il predominio nel possesso palla, ma senza sbocchi, avendo avuto solo un'occasione nei primi minuti non sfruttata da Kane, mentre gli Usa cercavano di ribaltare le situazioni di gioco con delle veloci ripartenze. Ci provavano Wright e Pulisic, che colpiva la traversa, mentre McKennie falliva quello che, in pratica, era un rigore in movimento, per la disperazione della sua panchina. Gli inglesi tentavano, ma senza troppa convinzione, di replicare nel finale di tempo con Saka e Mount, che si faceva anticipare. A inizio ripresa la musica non cambiava, di spettacolo e intensità non se ne vedevano più di tanto, nell'Inghilterra deludeva Bellingham, sontuoso contro gli iraniani, che questa volta non riusciva a impostare la manovra forse efficacemente, e più volte contrastato, da quel Musah che ha anche passaporto italiano e gioca nel Valencia di Gattuso. A un certo punto Southgate lo sostituiva con Henderson, ma neppure l'ingresso del beniamino dei tifosi del Liverpool riusciva a cambiare le cose. Tra Sterling e il subentrato Grealish facevano a gara a chi era più inconsistente, così Kane rimaneva sempre più solo facendosi anticipare da Zimmerman, autore di una buona prestazione. Come dire che, fatto salvo il valore degli statunitensi (che se questa fosse stata boxe avrebbero vinto ai punti), quello di oggi degli inglesi è stato un passo indietro. Così il risultato finale, senza reti, conferma che gli Usa sono una delle bestie nere dell'Inghilterra, sconfitta dai dilettanti statunitensi nei Mondiali del 1950 e inchiodati sul pari (1-1) anche quando, nel 2010, alla guida dei Tre Leoni c'era Fabio Capello. Appuntamento a martedì prossimo, quando si deciderà tutto. (ANSA).







Gallerie

Covid: studio, verso 36.000 morti al giorno in Cina

(ANSA) - PECHINO, 18 GEN - Le morti dovute al Covid in Cina potrebbero raggiungere quota 36.000 al giorno durante le vacanze del Capodanno lunare che partiranno nel fine settimana, a causa degli spostamenti di massa di milioni di persone che si ricongiungeranno con le famiglie d'origine. E' la stima che emerge dall'analisi aggiornata della società di ricerche britannica Airfinity, più severa di 11.000 unità rispetto alle 25.000 ipotizzate lo scorso 29 dicembre in merito al periodo più a rischio di diffusione del contagio dopo la decisione di Pechino di cancellare all'improvviso poco più di un mese fa la politica draconiana di 'tolleranza zero' al Covid. (ANSA).

Ministro Interni ucraino muore precipitando con elicottero

Elicottero caduto in Ucraina, chi era il ministro dell'Interno ROMA (ANSA) - ROMA, 18 GEN - Denys Monastyrsky, il ministro degli Interni morto oggi a bordo dell'elicottero caduto a Brovary per cause ancora da definire, era un giovane politico del governo Zelensky: nato il 12 giugno del 1980 a Khmelnytskyi, in quella che allora era la Repubblica socialista sovietica ucraina dell'Unione Sovietica, si era laureato alla Facoltà di Giurisprudenza dell'Università di amministrazione e diritto della sua città e, dopo un dottorato in giurisprudenza, iniziò la sua carriera come avvocato, dirigendo anche il dipartimento di legislazione dell'Università di Khmelnytskyi, dove ha lavorato come professore associato. Monastyrsky è stato anche co-fondatore e membro del consiglio dell'Associazione culturale giovanile "Into the Future through Culture". Tra il 2014 e il 2019 Monastyrsky è stato assistente consulente di Anton Gerashchenko. In vista delle elezioni presidenziali ucraine del 2019 Monastyrsky è stato presentato come esperto del "Team" del candidato presidenziale Volodymyr Zelensky sulla riforma delle forze dell'ordine. Candidato con il partito a Servo del Popolo alle elezioni parlamentari ucraine del 2019 è stato eletto al Parlamento ucraino diventadno il capo della commissione parlamentare per l'applicazione della legge. Il 12 luglio 2021 il ministro dell'Interno Arsen Avakov si dimette da ministro dell'Interno, Monastyrsky subentra alla guida del ministero. (ANSA).

Lollobrigida: figlio, nipote ed ex marito a Camera ardente

(ANSA) - ROMA, 18 GEN - Il figlio di Gina Lollobrigida, Andrea Milko Skofic, il nipote Dimitri e l'ex marito Francisco Javier Rigau sono in prima fila nello spazio riservato alla famiglia alla camera ardente per la grande attrice, scomparsa il 16 gennaio, da poco aperta nella sala della Protomoteca in Campidoglio a Roma. Sul feretro un grande cuscino di rose e dietro un grande schermo con le immagini in scena e fuori scena dell'interprete di La romana. Tra i primi a renderle omaggio, insieme a tante persone comuni, il sindaco di Roma Capitale Roberto Gualtieri, presente all'arrivo del feretro, la presidente di Cinecittà Chiara Sbarigia, il sottosegretario alla cultura Lucia Borgonzoni e Tiziana Rocca, organizzatrice di vari eventi per l'attrice. Nella sala anche grandi foto di Gina Lollobrigida e le tante corone arrivate come quelle del Ministero della Cultura, dell'Anica, di Roma Capitale e del Comune di Subiaco. (ANSA).

Papa: arriva ad udienza generale appoggiandosi ad un bastone

(ANSA) - CITTÀ DEL VATICANO, 18 GEN - Papa Francesco è entrato nell'Aula Paolo VI, dove stamane tiene l'udienza generale. Accolto dall'ovazione delle migliaia di fedeli presenti, dallo sventolio di bandierine bianche e gialle e dalle grida "Viva il Papa!", il Pontefice ha fatto ingresso dalla porta posta sul palco della Sala Nervi e ha camminato fino alla sua postazione al centro appoggiandosi a un bastone. (ANSA).

LE FOTO

"Black Out. Vite Sospese", il mistery drama con Alessandro Preziosi ambientato nel Vanoi

Black Out è un mistery-drama ambientato in alta quota. I protagonisti sono i clienti di un lussuoso albergo nel Vanoi, dove trascorrono le feste di Natale in compagnia dei propri cari. Ma la terra trema e il distacco di un’imponente slavina isola la Valle e impedisce i soccorsi possibili dall’unico passo che la collega con il resto del mondo. LE FOTO

A fuoco tetto in centro a Milano, evacuato palazzo storico

(ANSA) - ROMA, 17 GEN - Un incendio si è sviluppato, stamani prima dell'alba, in un palazzo storico del centro di Milano, in via Manzoni 45. Il palazzo, uno stabile di fine '800, è stato sgomberato ma non si registrano feriti o intossicati. Sul posto il 118, i Vigili del Fuoco, la Polizia di Stato e la Polizia Locale. Le fiamme sono state circoscritte ma i pompieri stanno ancora operando per lo spegnimento di focolai all'interno del sottotetto. Le fiamme si sono sviluppate poco dopo le 5 sul tetto e hanno coinvolto l'ultimo piano dell'edificio, che si trova quasi all'angolo con piazza Cavour. Il 118 ha riferito che non ci sono stati feriti o intossicati e che le ambulanze sono giunte sul posto in prevenzione. I Vigili del fuoco hanno quasi terminato di spegnere l'incendio, che ha creato trambusto e attirato curiosi (non moltissimi per via dell'orario) in una delle vie più note del capoluogo lombardo, alla fine della quale, ma molto distante, si trova anche il teatro alla Scala. La Polizia di Stato ha provveduto a evacuare il palazzo, dove si troverebbero anche alcuni appartamenti oltre agli uffici, tra i quali una nota casa d'aste che gestisce la compravendita di opere d'arte e importanti oggetti d'antiquariato e un circolo prestigioso.. (ANSA).

Gentiloni,fondi comuni per spinta competitività su scala Ue

(ANSA) - ROMA, 17 GEN - "Dobbiamo snellire" gli aiuti di Stato nell'Ue "senza stravolgere il nostro modello europeo", ma "abbiamo bisogno anche di finanziamenti comuni perché la scala per rafforzare la nostra competitività in diversi settori deve essere una scala europea, non possiamo reagire solo a livello nazionale". Lo ha detto il commissario Ue all'Economia Paolo Gentiloni arrivando al consiglio dei ministri delle Finanze a Bruxelles. Le conseguenze della guerra in Ucraina sono "asimmetriche per le nostre economie". "La crisi colpisce l'Europa e i mercati emergenti più di altre economie avanzate e per questo dobbiamo rafforzare la nostra competitività", ha spiegato Gentiloni. Servirà da un lato razionalizzare "le nostre regole sugli aiuti di Stato, soprattutto per i settori cruciali per le tecnologie pulite e l'innovazione - ha aggiunto -, e dall'altro finanziando progetti comuni, perché questo è essenziale se vogliamo rafforzare la nostra competitività senza minare i nostri mercati interni e le sue condizioni di parità". "Non si tratta di sovvenzioni o di una guerra con altri Paesi o con gli Stati Uniti, ma del rafforzamento della competitività europea". (ANSA).









Montagna









Dillo al Trentino