le nomine

"Valzer" nel clero trentino: ecco chi va dove

  • don Marco Saiani da Vicario generale a Parroco Rovereto S. Maria, Lizzanella, Unità Pastorale Vallarsa (Albaredo, Camposilvano, Matassone, Obra, Parrocchia, Raossi, Riva di Vallarsa, S. Anna, Valmorbia)
  • don Claudio Ferrari da Parroco Canova Gardolo Gazzadina Meano e Vigo Meano a Vicario generale
  • don Riccardo Pedrotti d Vicario parrocchiale Vermiglio, incaricato pastorale giovanile Val di Sole a Parroco Taio Dardine Dermulo Mollaro Priò Segno Torra Tres Vervò
  • don Marco Berti Parroco Madrano Nogaré Vigalzano Viarago sarà anche parroco Serso
  • don Livio Buffa Parroco Villa Lagarina Isera Lenzima Unità pastorale Lagarina delle sette Chiese sarà anche Padre spirituale del Seminario e della Comunità vocazionale
  • don Carlo Daz da Parroco Taio Dardine Mollaro Priò Segno Torra Vervò a Collaboratore pastorale Zona Valli del Noce, residente a Sporminore
  • don Emanuele Cozzi Parroco Ravina Romagnano entra nel Periodo sabbatico
  • don Ettore Taraboi da Parroco Dermulo Tres a Collaboratore pastorale Zona Valli del Noce, residente a Tres
  • don Paolo Vigolani da Vicario parrocchiale Pergine, incaricato Pastorale Giovanile Zona Valsugana e Primiero a Parroco Mattarello e Valsorda
  • don Tiziano Telch Rettore Seminario diocesano sarà anche Vicario episcopale Formazione del Clero
  • don Duccio Zeni da Parroco Mattarello e Valsorda a Responsabile comunità vocazionale e animatore vocazionale
  • don Vincenzo Lupoli torna dal periodo sabbatico e diventa Parroco Nago e Torbole
  • don Rolando Covi da Parroco Rovereto S. Maria, Lizzanella, Unità Pastorale Vallarsa (Albaredo, Camposilvano, Matassone, Obra, Parrocchia, Raossi, Riva di Vallarsa, S. Anna, Valmorbia) a Docente di Teologia pastorale alla Facoltà Teologica del Triveneto a Padova
  • don Cristian Moltrer da Parroco Nago Torbole a Parroco Ravina Romagnano
  • don Mattia Vanzo da Vicario parrocchiale Riva del Garda, S. Maria, incaricato Pastorale Giovanile, studente liturgia a Padova a Delegato Vescovile Area Annuncio e Sacramenti
  • don Mario Tomaselli da Parroco Martignano e Montevaccino a Collaboratore pastorale Zona Valsugana a Primiero, residente a Pergine
  • don Ferruccio Furlan da Vicario del Clero, Padre spirituale seminario, incaricato Clero giovane a Parroco Canova Gardolo Gazzadina Meano e Vigo Meano
  • don Matteo Moranduzzo (ordinato da pochi giorni) sarà Vicario parrocchiale Pergine

Ecco chi sono i preti che sono coinvolti delle ultime nomine dell’arcivescovo di Trento Lauro Tisi. Tra le più rilevanti, quella del nuovo vicario generale: sarà don Claudio Ferrari, attuale parroco di Gardolo. Il vicario uscente don Marco Saiani, dopo sei anni in Curia, tornerà a fare il parroco con destinazione Rovereto, nelle comunità di S. Maria, Lizzanella e nell’Unità Pastorale di Vallarsa.







Gallerie

Ponte Genova, la messa e la cerimonia per l'anniversario del crollo

Con la messa officiata dall'arcivescovo di Genova Marco Tasca in ricordo delle vittime e per i loro familiari sono cominciate le cerimonie per la commemorazione del crollo del ponte Morandi. Il viadotto sul torrente Polcevera crollo alle 11:36 del 14 agosto 2018 causando 43 vittime, 11 feriti e 566 sfollati. Alla messa partecipano, tra gli altri, il ministro delle Infrastrutture Enrico Giovannini, Il sindaco Marco Bucci e il segretario della Lega Matteo Salvini che prima di entrare in chiesa, quella di San Bartolomeo alla Certosa, si è intrattenuto con alcuni familiari delle vittime. Per la Regione c'è l'assessore alla Cultura Ilaria Cavo. LEGGI L'ARTICOLO

Le foto

Auto ribaltata, sei feriti in un incidente in Alto Adige nel cuore della notte

Incidente stradale nel cuore della notte in val di Marebbe, sulla strada Val dai Tamersc in direzione Pederü: sei le persone coinvolte nell'incidente, fortunatamente non sono gravi e si trovano ricoverate all'ospedale di Brunico. I vigili del fuoco sono intervenuti a supportare le operazioni di soccorso della Croce Bianca per la messa in sicurezza dell'area interessata dall'incidente e i lavori di recupero del mezzo (foto vigili del fuoco San Vigilio di Marebbe)

Le foto

Tragedia sfiorata in Alto Adige: l'auto finisce nella scarpata, nessun ferito

Tragedia sfiorata nei pressi del Monte Spico: una vettura è finita fuori strada terminando la sua corsa in una scarpata, fermandosi poi vicino al greto del fiume. Fortunatamente nessuno è rimasto ferito in modo serio. Sul posto i mezzi di soccorso della Croce Bianca e le forze dell'ordine. I vigili del fuoco di Campo Tures e Lutago sono intervenuti per la messa in sicurezza dell'area ed il recupero del mezzo (foto vigili del fuoco)

maltempo

Stromboli, la furia del nubifragio nelle foto del bolzanino Alberto Sulligi

Alberi abbattuti, veicoli rovesciati, fango che irrompe nelle case e sommerge sedie, tavoli e materassi; ma anche nei negozi, dove insozza casse di frutta, bevande e merce di ogni genere. Sono solo alcuni dei danni del violento nubifragio che ieri sera (11 agosto) si è abbattuto sull'isola di Stromboli. Il bolzanino Alberto Sulligi ha immortalato le conseguenze della tempesta nei suoi scatti.

immagini

Eleonora Lepore di San Candido, la sciatrice diventa miss. Claudia Barelli di Rovereto seconda

La diciottenne vince a Scena l’ultima selezione provinciale. Il titolo di Miss Rocchetta Bellezza alla ventitreenne di Rovereto Claudia Barelli. Studentessa all’università di Mediazione linguistica per il commercio internazionale, è anche un’insegnante di danza e performer di musical professionista. Al terzo posto, si è classificata la diciottenne roveretana Greta Russo, studentessa universitaria in Scienze dell’educazione Miss Quarta classificata, Lara Bellotto, 18 anni di Fiera di Primiero, commessa in un negozio di abbigliamento. Miss Quinta classificata, la diciannovenne bolzanina Linda Zeggio, studentessa all’università di lingue. Miss Soreghina Schenna, Martina Maccani, bionda ventiseienne di Vattaro, laureanda alla facoltà di giurisprudenza di Trento, con la passione per la corsa e la palestra (foto di Claudio Libera)









Cronaca









Dillo al Trentino