il 30 aprile

Parte il Trento Film Festival. E lo fa con “Mila”

La produzione, sostenuta dall’Unicef, è frutto di 10 anni di lavoro, 350 artisti e si sviluppa il 35 Paesi. Alle 18 l’inaugurazione ufficiale

TRENTO. Da domani 30 aprile al 9 maggio (online fino al 16 maggio) si accendono i riflettori sul 69esimo Trento Film Festival, prima manifestazione cinematografica in Italia a tornare nelle sale. Evento di apertura, alle 21 sul sito e i canali social del Festival, Mila: 350 artisti, 35 paesi, 1 storia senza tempo, il dietro le quinte del cortometraggio animato Mila, in collaborazione con la Trentino Film Commission.

Dalla fine dell’evento il film sarà disponibile gratuitamente sulla piattaforma online.trentofestival.it.

Protagonisti della serata, accanto alla regista Cinzia Angelini, Valerio Oss, artista degli effetti visivi con importanti collaborazioni internazionali (tra cui Harry Potter and The Deathly Hallows, 127 Hours), il compositore Flavio Gargano, Valentina Martelli, Executive Producer del film. Modera l’incontro Piera Detassis, Presidente dell'Accademia del Cinema Italiano - Premi David di Donatello

Il film è patrocinato da Unicef Italia. «Oggi più che mai abbiamo bisogno di comunicare ai bambini messaggi che contribuiscono a una loro positiva maturazione e allo sviluppo della consapevolezza, in particolare sui loro diritti» afferma Carmela Pace, Presidente di Unicef Italia. «L’essenza di questo film è molto affine all’anima dell’Unicef, soprattutto per i valori e i messaggi che promuove: resilienza, rispetto, fiducia, collaborazione, speranza. La storia di Mila è la storia di ognuno di noi perché ci viene tramandata dai nostri nonni; perché, purtroppo, ancora oggi è la dura realtà di milioni di bambini in diverse aree nel mondo. Penso ai bambini in Siria, in Etiopia, in Yemen, penso alla guerra contro il Covid-19 di cui i bambini, in tutto il mondo, sono coloro che ne hanno risentito maggiormente le conseguenze».

Mila è molto più di un film: è il frutto dello sforzo, lungo ben dieci anni, di un team internazionale di 350 volontari e artisti da più di 35 Paesi. Prodotto da PepperMax Films, Pixel Cartoon, IbiscusMedia, Cinesite e Aniventure con il sostegno, tra gli altri, di Trentino Film Commission e della Fondazione Cassa Rurale di Trento.

Il film è stato realizzato con il sostegno di Rai Ragazzi e sarà trasmesso nel 2022 da Rai Gulp.

Gli eventi.Gli appuntamenti mattutini in onda su Radio Dolomiti, official radio del Trento Film Festival, saranno trasmessi anche in diretta streaming sulla pagina Facebook della Radio.

Il primo incontro, Groenlandia. Viaggio intorno all’isola che scompare con il giornalista Sandro Orlando, andrà in onda alle 10.30 per la sezione Destinazione… Groenlandia, il programma dedicato al Paese ospite sostenuto dalla Fondazione Caritro. Orlando parlerà dell’estate del 2019 che ha trascorso in Groenlandia per documentare gli effetti dell’emergenza climatica.

Nell’incontro verrà presentata anche l’omonima mostra visitabile in Piazza Fiera fino al 9 maggio.

Si prosegue alle 11.30 con un incontro della rubrica Emozioni tra le pagine, dal titolo Donne di Terre estreme con Caterina Borgato, in collaborazione con Montura Editing. Un viaggio per testi ed immagini per conoscere donne straordinarie in Mongolia, Yemen e Somalia. Figure che con le loro storie ed i loro colori animeranno la mostra esposta in Piazza Fiera durante tutto il Festival.

Alle 18 inaugurazione ufficiale con Benvenuti alla 69esima edizione.

Interverranno il Presidente del Trento Film Festival Mauro Leveghi, la direttrice Luana Bisesti e Sergio Fant, responsabile del programma cinematografico, che converseranno assieme al direttore del quotidiano L’Adige Alberto Faustini. L’incontro sarà trasmesso in diretta sul sito e sul canale Youtube del Festival.