spettacoli

“Palcoscenico Trentino”, il teatro dialettale rialza il sipario

Dal 23 ottobre al 4 dicembre al teatro San Marco la 24.ma edizione della rassegna. Dopo un anno di attesa, al via nella sede della Cofas la campagna abbonamenti (nella foto il presidente Gino Tarter)

di Claudio Libera

TRENTO. La sala Depero del Grand Hotel Trento ha ospitato questa mattina la presentazione della 24a edizione di “Palcoscenico Trentino”, alla presenza del presidente Cofas Gino Tarter e dell’assessora comunale alla cultura Elisabetta Bozzarelli, nonché dei rappresentanti delle Filodrammatiche che daranno vita alla rassegna teatrale. Coordinata da Fabio Lucchi, la presentazione è tornata in presenza come in presenza saranno al 100% gli spettatori che da oltre un anno attendevano di potersi recare al teatro per antonomasia della tradizione dialettale trentina, il San Marco.

In Trentino i gruppi aderenti alla Cofas – ha ricordato Gino Tarter - sono 117, con 6 dell’Alto Adige ed uno della provincia di Belluno. Nel 2019, ultimo anno valido per poter effettuare dei conti attendibili, le rassegne in provincia sono state 90, con 1.000 spettacoli proposti nei vari teatri, che hanno richiamato una immensa platea di 150.000 spettatori.

Le rappresentazioni in gara per Palcoscenico Trentino, Premio Mario Roat, si svolgeranno tutte di sabato, al teatro San Marco alle ore 20.45 ed inizieranno il 23 ottobre con “Variazioni enigmistiche” di Eric Emmanuel Schmitt, con il Tim Teatro Instabile Meano.

Si prosegue il 30 ottobre con “Tre sull’altalena” di Luigi Lunari, con la Filo “Amicizia” di Romeno. Il 6 novembre appuntamento con “Una casa di pazzi” di Roberto D’Alessandro, con la Filodrammatica di Ora. Il 13 novembre, “Frottole mondiali”, da “Vinsanto” di Roberto Giacomozzi, con la Compagnia di Lizzana. Il 20 novembre, “Un marito ideale” di Oscar Wilde, con il Gruppo Teatrale Tuenno. Il 27 novembre, “Benvenuti a Baluk”, di Neil Simon, traduzione dialettale di Jacopo Roccabruna, con il Gruppo Teatrale I Sottotesto di Nogaredo. Infine il 4 dicembre, serata finale e delle premiazioni con spettacolo fuori concorso “I.N.F.E.R.N.O. – Impuri Nella Fossa Eternamente Restano Nell’Ombra” di David Conati, con l’autore, Giordano Bruno Tedeschi e Gianluca Passerelli.

Per accedere agli spettacoli sarà obbligatorio esibire il green pass o un tampone con esito negativo non antecedente a 48 ore. Biglietti ed abbonamenti ai sette spettacoli in cartellone possono essere prenotati alla Cofas in viale Rovereto 61 a Trento, tel. 0461 237352 o 333 7959126 dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 18.