Trento 

Lo “Schema di gioco” di Stefania Mazzola

rovereto. Oggi sabato 1 giugno alle ore 18,30 inaugura la mostra “Schema di gioco” allestita negli spazi della Waiting Room di Jonas (via Madruzzo 68) di Trento, firmata dall’artista Stefania Mazzola....

di Corinna Conci
rovereto. Oggi sabato 1 giugno alle ore 18,30 inaugura la mostra “Schema di gioco” allestita negli spazi della Waiting Room di Jonas (via Madruzzo 68) di Trento, firmata dall’artista Stefania Mazzola. Si tratta del secondo appuntamento del 2019 di Waiting room, un’iniziativa indipendente iniziata nel 2014, che propone un ciclo di mostre personali di artiste e artisti negli spazi d’attesa e di passaggio del Centro di psicoanalisi Jonas di Trento, realizzata in collaborazione con Tiring house e per l’occasione con il laboratorio di ceramica Via della terra di Rovereto. Waiting room sostiene la sensibilità critica, la capacità di mettersi in relazione con le questioni del mondo attuale e l’importanza della ricerca dell’arte contemporanea. Attraverso la programmazione di mostre e incontri pubblici con artisti e artiste e interlocutori selezionati per la loro capacità di attivare e costruire sguardi diversi sui luoghi, Waiting room si prefigge di attivare un dibattito aprendo al pubblico la sede Jonas per stimolare idee e sensibilità attorno ai temi del legame sociale contemporaneo modificando la percezione sulla cura del disagio. Prendendo spunto da un testo del '500 di Francesco Sansovino, nella mostra pensata appositamente per questi spazi, Mazzola evidenzia l'analogia degli scacchi come strategia delle operazioni di gioco, degli elementi psicologici che contraddistinguono ogni singolo giocatore. Stefania Mazzola (Rovereto 1992) si diploma in Pittura all’ Accademia di Belle Arti di Venezia nel 2018. Dal 2016 ad oggi ha esposto in diverse mostre collettive quali la 100ma Collettiva Giovani Artisti Bevilacqua La Masa, il Premio Combat e una mostra collettiva all'Ex Villaggio Eni in Cadore, dove avvia un progetto di residenza artistica con Dolomiti Contemporanee.