Laboratorio anacronistico col progetto ArtCycle 

L’arte che sopravvive. Oggi l’assemblaggio di video-animazione “Il discorso continua” Quinto intervento con l’esposizione virtuale degli artisti Micol Grazioli e Mahatsanga Le Dantec 

di Katja Casagranda
Trento. Per il suo quinto ed ultimo intervento, il Progetto ArtCycle propone “Il Laboratorio Anacronistico”, esposizione virtuale degli artisti Micol Grazioli e Mahatsanga Le Dantec. Spazio Piera a Trento ospita l’evento di Laboratorio Anacronistico “un luogo dove i tempi si mescolano, si anticipa il presente che posticipa il futuro, dove le assurdità sono attuali. È un luogo per chi pensa che il progresso rimpiange il passato, per chi vuole diventare contadino, per chi è fuori tempo, per chi si chiede se abbiamo sbagliato pianeta” come descrivono i curatori. Gli interni di Spazio Piera quindi si trasformano in un “laboratorio della meraviglia” in cui incontrare installazioni, ricerche e ritrovamenti in un insieme di arte, scienza e filosofia. I due artisti hanno raccolto il materiale della mostra selezionandolo in circa un mese di lavoro affrontando problematiche e paradossi che emergono nel paradigma arte, ambiente e società. Non solo una mostra, l’evento viene corredato da una serie di contributi sonori e musicali. Si inizia oggi 30 dicembre quando a mezzanotte sarà pubblicato l’assemblaggio video animazione-sonoro “Art Cycle - il discorso continua” del Passepartout Duo. La coppia di artisti ha rielaborato in maniera creativa i pensieri, le parole e le letture concessi dagli artisti partecipanti ad Art Cycle. Il secondo appuntamento invece sarà il prossimo anno, ossia il 9 gennaio 2021 alle ore 18. Durante l’evento l’artista francese Canopée si esibirà in una performance musicale che propone attraverso musiche di influenza trap-elettro sperimentali un percorso sensoriale e creativo con sui avvicinerà alle problematiche ambientali. La sua ricerca infatti restituisce al pubblico una raccolta di documenti sonori con cui affrontare questo viaggio di concetto. Il pubblico potrà accedere alla mostra grazie ai supporti digitali infatti l’esposizione e i contributi saranno visibili gratuitamente tramite una piattaforma virtuale disponibile sui canali social di Spazio Piera. Basterà quindi connettersi alla pagina facebook o instagram di Spazio Piera. I contenuti saranno accessibili per tutto il mese di gennaio 2021. Il progetto ArtCycle è ideato dal team di Spazio Piera con il supporto di APS Il Funambolo e ha visto susseguirsi da settembre fino a dicembre 2020 gli interventi di numerosi artisti locali ed internazionali. Sono infatti stati ospiti del progetto culturale Gaspare Gianduia Grimaldi, Egeon, Passepartout Duo, Ariele Bacchetti ed infine appunto Micol Grazioli e Mahatsanga Le Dantec. Art Cycle nasce con l’obiettivo di generare, attraverso la molteplicità delle pratiche artistiche, espedienti creativi, nuove pratiche e un’attenta riflessione sulla dimensione ambientale e naturale in relazione alla responsabilità collettiva e individuale di ognuno. Tutte le informazioni e gli aggiornamenti delle iniziative possono essere richieste tramite mail a pieralab@gmail.com opppure rimanendo aggiornati attraverso i canali social e quindi la pagina facebook e instagram @spaziopiera. ArtCycle si svolge grazie al sostegno del Comune di Trento - Ufficio Politiche Giovanili ed al supporto dei diversi partner di cui Anomalia, L’Arte Restauro & Belle Arti, Antonio Cossu di PROMART - Libera Associazione per la Promozione delle Arti, Weigh Station e Associazione Multiverso. L’inaugurazione online della mostra è prevista per la giornata di oggi, 30 dicembre, alle ore 18 attraverso l’evento virtuale con diretta streaming.