L'alta Via del Pralongia` - consiglio escursionistico

Vista spettacolare sulle Dolomiti in questo itinerario per grandi e piccini di media difficolta’.

di Paola Crespi

Ebbene si: anche se non in maniera ufficiale ancora, ma l'estate e' arrivata – ve ne sarete sicuramente resi conto il passato fine settimana e anche in questi giorni lavorativi. Per celebrare questo atteso avvenimento il nostro consiglio escursionistico vi porta questa settimana in Alta Val Badia, proprio nel cuore delle Dolomiti.

 

Parcheggiamo l'auto a Corvara presso la stazione a valle della seggiovia Col Alt o ragggiungiamo la stazione dopo aver preso i mezzi pubblici (autobus da San Lorenzo o Ponte Gardena). Da qui saliamo a piedi seguendo il sentiero 23 in un'ora circa.

 

Prima di avventurarci alla volta della nostra escursione, pero', decidiamo di andare a visitare la chiesa di Santa Caterina a Corvara: unica nel suo genere, si dice essere stata affrescata da Tiziano in persona. Anche se questa leggenda metropolitana non fosse (come e' probabile) veritiera, vale comunque la pena di andarla a vedere.

 

Da Col Alt proseguiamo per il sentiero 23 verso sud-est fino alla croce di vetta dello Störes (2181m). Da qui scendiamo poi di nuovo verso Corvara sul sentiero 23 per circa un'ora e mezza.

 

Maggiori informazioni:
- Descrizione dettagliata del tour L’Alta Via del Pralongià
- Punto d'interesse: Chiesa di Santa Caterina
- Punto di ristoro consigliato: Piz Arlara

 

Per strada, cogliamo l'occasione per fermarci al rifugio Piz Arlara, dove l'ampia terrazza al sole offre molto spazio per godersi le delizie culinarie altoatesine e mediterranee e uno sguardo a 360° sulle Dolomiti.

 

Mappa Alto Adige powered by Sentres – Il Portale Attività Outdoor #1 e App

Leggi questo articolo nella Magazin - Scopri l'Alto Adige