l’evento

Il gospel del principe e i canti ortodossi: “musicaRivafestival” debutta con la sua rassegna natalizia

Dal 5 al 7 dicembre tre concerti per celebrate la spiritualità. Ad organizzare l’evento (al quale parteciperà anche la corale polifonica trentina Antares) il soprano Mietta Sighele

RIVA DEL GARDA. Dal 5 al 7 dicembre a Riva del Garda, tre grandi concerti che celebrano la spiritualità religiosa per “a Natale”, organizzato dal musicaRivafestival.

Mietta Sighele, direttore artistico del prestigioso festival alla sua prima edizione natalizia: “Sono note che vengono da lontano, dalle profondità dell’umano sentire”.

È la spiritualità religiosa che nasce dalla gente comune ad unire i tre concerti di Natale proposti, per la prima volta nella stagione invernale, da musicaRivafestival, diretta dal soprano trentino Mietta Sighele.

“Sarà un onore poter ospitare quanti, in queste notti, vorranno camminare con noi per le strade d’oriente e d’occidente, attraversare l’Atlantico, raggiungere latitudini conosciute o meno. Come bussola la musica, in questo viaggio ognuno di noi è nocchiero. Note che vengono da un tempo molto lontano e che tendono all’alto. Sarà un’esperienza interessante, di grande spessore culturale e spirituale, anche per chi non crede”.

Tre appuntamenti di livello, il 5, il 6 ed il 7 dicembre, obbligatoria la prenotazione. La biglietteria in presenza è a Riva del Garda, viale della Liberazione numero 7, ed è attiva da lunedì 15 novembre, dalle 10 alle 12.30 dal lunedì al venerdì.

Protagonisti il Coro della Chiesa serbo-ortodossa di San Spiridione, Trieste, la Corale Polifonica Antares della val di Non, il gospel del principe Emmanuel Pi Djob & Your Gospel Team.

Diverse le lingue d’esecuzione, lingue che non rappresentano un ostacolo nell’ascolto: italiano, serbo, russo, le parlate degli schiavi sui campi di cotone d’America; un’unica tensione, al divino, in qualunque forma lo si percepisca.

Giorgio Larcher, direttore Corale Antares. “Diceva Sant’Agostino Chi canta prega due volte. La cosa bella davanti ad una partitura è che siamo tutti uguali, tutte le confessioni lo sono. La musica sacra si chiama così perché ognuno di noi ha una propria spiritualità. Si tratta di valori, i valori della vita. Al mio coro dico di provare noi in prima persona le emozioni che il testo trasmette, per poterle restituire e raggiungere il cuore di chi ascolta in un momento di condivisione. Chi crede si ritrova nei sentimenti che la musica sacra esprime. Chi non crede si interroga”.

Anna Kaira, direttore del Coro della Chiesa serbo-ortodossa di San Spiridione,Trieste. “La religione e la spiritualità ortodossa dipendono molto dal canto. La voce del coro, non accompagnata da strumenti, crea il contatto con il mistero e con l’aldilà. Il coro è il veicolo attraverso cui la comunità degli uomini si congiunge simbolicamente con la luce divina. Quello che vogliamo trasmettere lo ha detto secoli fa San Basilio. "Il canto deve indurre la tranquillità dell’animo. Ė arbitro della pace, calmante dei pensieri tumultuosi e turbolenti; riposo dell’anima agitata, rinsavimento della dissolutezza; sostegno dell’amicizia, tratto d’unione per coloro che sono divisi, mezzo di riconciliazione tra nemici”.

Emmanuel Pi Djob sulla bellezza dell’essere unico pur facendo parte di un tutto, il principe camerunense afferma: “Questa è la bellezza della Creazione. Più sarai te stesso, più darai onore al Creatore che ti ha reso unico e rispetterai l’unicità degli altri. Quando mi esibisco davanti alla gente cerco di raggiungere le loro anime, muovendo i loro corpi. È quello che facevano i miei antenati in tutti i rituali di guarigione: per raggiungere l'anima, il corpo è l'unico contenitore. E quando si raggiunge l'anima, si può guarire il corpo”. 

Ma ecco le date dei concerti e le indicazioni per poter essere il sala

5 dicembre alle 20:30 il Coro della Chiesa serbo-ortodossa di S.Spiridione di Trieste alla Chiesa Arcipretale Santa Maria Assunta. Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria

6 dicembre alle 20:30 la Corale Antares alla Chiesa Arcipretale Santa Maria Assunta. Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria

7 dicembre alle 20:30 Emmanuel Pi Djob & Your Gospel Team all’Auditorium San Giuseppe. La prevendita dei biglietti online su midaticket.it, in biglieteria al Palazzo San Francesco (viale della Liberazione 7, Riva del Garda dal lunedì al venerdì, dalle 10:00 alle 12:30). Sono previste riduzioni per under 26 e over 65

Green pass obbligatorio.

Per informazioni 348.76.10.480 o info@musicarivafestival