I Suoni delle Dolomiti e l’Africa dei Chesaba 

La rassegna. Domani nella zona di Passo Lavazè tutta l’energia e il ritmo della band ivoriana Ad esibirsi in località Le Palù saranno Sidiki Dembele, Ali Mc Math e Abel Selaocoe

di katja casagranda

Val di fiemme. L’Africa incontra le Dolomiti con il uovo appuntamento dei Suoni delle Dolomiti che domani, mercoledì 11 settembre, sale in località Le Palù sul Corno Nero in Val di Fiemme per il concerto delle ore 12 con un trio tutto ritmo, energia e creatività. I Chesaba sbarcano a I Suoni delle Dolomiti per una elettrizzante celebrazione della musica e della cultura africana dalla Costa D'Avorio al Sud Africa. Il trio si compone da Sidiki Dembele al djembe, kora, ngoni e calabash, Ali Mc Math al basso e Abel Selaocoe al violoncello. Proprio quest’ ultimo ha riunito e dato vita a questo sodalizio nel 2016 come punto d’ arrivo di un percorso musicale che dopo il diploma al Royal Northern College of Music l’ ha visto muoversi ininterrottamente tra una moltitudine di generi e stili, collaborazioni con musicisti ed esibizioni in concerti di musica classica; Selaocoe ha esplorato anche le combinazioni tra performance strumentali, canto e percussioni così come i legami tra le tradizioni “occidentali” e “non occidentali”. Parte probabilmente da qui l’ avventura dei Chesaba che ci regala un’ Africa multiforme e policroma, un continente di straordinaria ricchezza e varietà culturale. Un progetto musicale che è viaggio ed esplorazione di un continente da nord a sud, dalla Costa d'Avorio al Sud Africa. Ne deriva una miscela eclettica ed esplosiva tra suoni di strumenti del canone occidentale e quelli delle varie tradizioni africane a cui si affiancano percussioni e i suoni senza tempo di voci e lingue: quelle di Bambara, Zulu, Sotho, Tswana e altre ancora. Nei Chesaba inoltre trovano il punto di incontro la musica tradizionale africana come quella dei griot e i nuovi sentieri sonori del jazz e della classica. Il successo nel debutto al prestigioso Band on the Wall di Manchester è stato l'inizio di una serie di esibizioni nei più importanti festival come i BBC Proms alla Royal Albert Hall, il Womad Festival o il Manchester Jazz Festival. Il luogo del concerto è raggiungibile da Cavalese in auto fino a Varena e poi a piedi in 30 minuti di cammino, dislivello in salita 150 metri, oppure sempre da Cavalese si sale in auto fino loc. Bancoline (sulla strada verso il Passo di Lavazè) per poi proseguire a piedi fino al luogo del concerto in 30 minuti di cammino, dislivello in salita 50 metri. In caso di maltempo, anche se meteo Trentino garantisce sole e temperature estive, l’evento è proposto alle ore 17.30 al Palafiemme di Cavalese sempre domani. I biglietti per l’accesso in sala sono in distribuzione dalle ore 15.30.