Un piccolo impero economico con cinque “brand” e 800 dipendenti

BORGO. Sono cinque i “brand principali” del Gruppo Paterno, partito nel 1992 con la gestione delle aziende agrarie, che hanno preso il nome-marchio Agraria Trentina. Il più conosciuto è sicuramente...

BORGO. Sono cinque i “brand principali” del Gruppo Paterno, partito nel 1992 con la gestione delle aziende agrarie, che hanno preso il nome-marchio Agraria Trentina. Il più conosciuto è sicuramente Eurobrico, che ad oggi conta 28 negozi sparsi nel nord-est Italia, «con il programma 2018-2020 che prevede altre 5-6 apertura verso il nord-ovest», annuncia Domiziano Paterno. Ci sono poi le Funivie Lagorai, con la stazione sciistica sul Passo del Brocon, e X-Lam Dolomiti, che progetta e realizza edifici con pannelli in legno XLam nella sede di Castelnuovo: «Con la ripresa dell'edilizia stiamo registrando una crescita del settore. Viene riconosciuto questo metodo costruttivo in particolare per l’antisismico, il risparmio energetico e per la velocità di realizzazione», precisa Paterno. Ultimo brand, nato appena lo scorso settembre con l’inaugurazione del primo negozio, è Casa Tua, che tratta arredamento con una fascia di mercato medio bassa. Ad oggi sono sei i punti vendita, con un progetto di espansione nel triennio 2018-2020 nel nord e centro Italia che prevede 5- 6 aperture l’anno. Casa Tua ha segnato anche l’ingresso della nuova generazionE nel Gruppo: la guida è stata affidata infatti a Mirco, primogenito di Domiziano. «La speranza è che i nostri figli subentrino nelle attività del gruppo», conclude. Il Gruppo Paterno, che ha la propria sede centrale a Castel Ivano, conta in totale 800 dipendenti. (m.c.)