SOCCORSI

Val Gardena, caduta di Gisin: la macchina dei soccorsi ha funzionato alla perfezione

Dopo 32 minuti dall'incidente lo sciatore svizzero si trovava all'ospedale di Bolzano

BOLZANO. In Val Gardena la catena degli soccorsi dopo la caduta dello svizzero Marc Gisin durante la discesa libera ha funzionato alla perfezione. Dopo pochi secondi uno dei medici d'urgenza, postati durante la gara lungo il tracciato, si prendeva già cura del ferito.

"Circa 5 minuti dopo eravamo sul posto con il nostro anestesista", spiega Raffael Kostner dell'elisoccorso Aiut Alpin Dolomites. Per fortuna l'elicottero è potuto atterrare, un intervento con il verricello sarebbe stato più complesso. Dopo 32 minuti l'atleta svizzero è giunto all'ospedale di Bolzano, dove nel frattempo è stato sottoposto a una tac.

"Intervenieniamo con la stessa tempestività e professionalità per qualsiasi chiamata, ovviamente ci ha aiutato il fatto che durante le gare di Coppa del mondo siamo stazionati fissi all'arrivo della Salsong in attesa di un intervento", spiega Kostner. Questa sera l'Aiut Alpin, che può anche volare di notte, presterà servizio durante una gara di snowboard a Cortina.