TRENTO

Si fa i selfie col cellulare rubato e viene scoperto dalla Polizia

Negli ultimi giorni gli agenti della Squadra Volante di Trento sono riusciti a recuperare due cellulari rubati ai proprietari e di cui era stata denunciata la sottrazione

TRENTO. La Polizia di Stato di Trento ha ritrovato negli ultimi giorni due cellulari recentemente rubati in città, restituendoli ai legittimi proprietari.  

Il  26 novembre veniva rubato un cellulare ad un uomo di 33 anni che si trovava a svolgere la sua attività lavorativa lungo via Belenzani e che aveva momentaneamente poggiato il proprio dispositivo sulla mensola ATM della Cassa Rurale. Dopo pochi istanti di distrazione, il 33enne si rendeva conto che qualcuno aveva portato via il suo dispositivo. Attraverso la visione delle immagini di videosorveglianza è stato possibile risalire all’autore del furto, un 39enne originario del Bangladesh, che veniva immediatamente rintracciato in centro città e denunciato per il reato di furto.

Un simile episodio ha riguardato un altro ragazzo a cui era stato rubato il cellulare lo scorso 2 novembre, fatto per il quale era già stato indagato il responsabile. Nei giorni successivi la persona offesa riferiva che sul proprio account continuavano ad arrivare foto e video realizzati con il cellulare in questione. Grazie alla visione di questo materiale multimediale, che includeva numerosi selfie dell’attuale possessore, era possibile indagare per ricettazione un tunisino 25 anni che peraltro era già sottoposto all’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria presso la Questura di Trento.

In entrambi i casi i cellulari in questione sono stati recuperati e restituiti ai legittimi proprietari.