Saluta Sardagna con l’Inno e gli mandano la municipale

Trento. Da poco, dopo l’inizio della quarantena, trasmetteva dal bancone di casa tre canzoni al giorno, chiudendo il saluto al paese con l’Inno di Mameli. Ma ieri la Polizia Municipale si è...

Trento. Da poco, dopo l’inizio della quarantena, trasmetteva dal bancone di casa tre canzoni al giorno, chiudendo il saluto al paese con l’Inno di Mameli. Ma ieri la Polizia Municipale si è presentata, chiamata da qualche abitante di Sardagna, è ha messo fine a questo “ciao musicale”. «Per tre giorni alla settimana – racconta Simone – trasmettevo tre canzoni e nei giorni di qualche lutto, lo rispettavo col silenzio». A qualcuno però l’idea non è piaciuta. «Purtroppo non si può accontentare tutti. Da una parte ci sono stati quelli che tramite Facebook dove trasmettevo i video degli incontri pomeridiani, commentavano positivamente la mia iniziativa chiedendomi di farla più spesso e più lunga, dall’altra a qualcuno ha dato fastidio». Tre giorni alla settimana per una decina di minuti di musica che alle 18 animava Sardagna, ma da oggi basta. Simone è dispiaciuto perché il suo gesto voleva non solo essere un saluto alla sua gente, ma anche un momento di distrazione dalla monotonia quotidiana della quarantena. La Polizia Municipale cosa ha contestato? «Mi hanno detto che se lo avessi fatto ancora, mi avrebbero contestato l’inquinamento acustico ed il disturbo della quiete pubblica. Mi scuso con chi la pensa così, ma la mia idea era solo quella di avvicinare la gente e di farla sentire meno sola». Ma Simone non si ferma e ha già pronta un’idea alternativa del tutto silenziosa: «Voglio creare un documentario della quarantena a Sardagna. Invito i miei compaesani a mandarmi i video di quello che fanno durante il giorno, della coda davanti alla Famiglia Cooperativa o una testimonianza di qualsiasi altro momento della vita quotidiana di questi giorni. Penso che potrà essere una testimonianza interessante e utile quando racconteremo questa quarantena a chi non l’ha vissuta». Di certo Simone ha tenuto compagna ai “sardagnoli” non solo durante le sue dirette, ma anche dopo perché in tanti si collegavano nelle serate e nottate casalinghe, ma l’idea come ti è venuta: «Ho copiato i video che Fedez e la Ferragni trasmettono su Instagram che rilancia la loro musica dal terrazzo. Pensavo che anche a Sardagna si potesse fare, ma mi sono sbagliato». Da oggi parte la raccolta dei video, operazione decisamente più silenziosa, ma utile per creare una memoria storica di questo periodo. D.P.