Poste trentine, il Patt chiede la riorganizzazione

Il partito autonomista ha presentato un disegno di legge volto a chiedere a Poste italiane Spa la riorganizzazione del servizio in Trentino per evitare i continui disservizi a danno degli utenti



TRENTO. Il Patt ha presentato un disegno di legge volto a chiedere a Poste italiane Spa la riorganizzazione del servizio in Trentino.

«Basta leggere ogni giorno i quotidiani locali - scrive la prima firmataria, Caterina Dominici - per rendersi conto delle doglianze dei numerosi cittadini, che lamentano inefficienza del servizio pubblico, in termini di tempistica e di qualità».

Il Patt, tra le varie proposte, suggerisce a Poste italiane di evitare che la normale corrispondenza che parte dal Trentino (e destinata alla stessa area) venga inviata a Verona per lo smistamento, «procedura che comporta inutili tempi di attesa».
















Cronaca







Dillo al Trentino