Dillo al Trentino

Lo specchio sulla strada per evitare incidenti? Lo devono pagare i residenti

La segnalazione: «A Romagnano servirebbe uno specchio per l’uscita delle auto». La risposta del Comune: «Possiamo dare l’autorizzazione, ma le spese sono a carico di chi lo chiede». Avete una segnalazione? Mandate una mail a dilloaltrentino@giornaletrentino.it oppure mandateci un messaggio in direct sulla nostra pagina Facebook

TRENTO. Uscire da una strada stretta ed immettersi su una via trafficata e a veloce percorrenza può rivelarsi un’impresa, soprattutto nelle ore di maggior traffico. Il problema non è solo di tempo: a volte per poter vedere bene ci si deve sporgere in fuori con l’auto e il rischio di provocare incidenti aumenta.

E così a Romagnano, in via Alle Sette Fontane, arriva la richiesta al Comune di poter installare uno specchio. «L’obiettivo sarebbe quello di agevolare l’uscita dei mezzi», viene detto nella segnalazione.

Già, ma chi paga? È il Servizio gestione strade e parchi del Comune di Trento a dare la risposta: «Si tratta di un'uscita privata pertanto spetta ai proprietari provvedere a realizzare le opere per la messa in sicurezza dell'uscita stessa e migliorarne la visibilità.

Il Servizio Gestione Strade e Parchi può, previa richiesta, rilasciare l'autorizzazione per installare lo specchio fermo restando  che acquisto, installazione e manutenzione nel tempo sono poi a carico del richiedente.

Si ricorda che per ottenere l'autorizzazione ad installare lo specchio requisito principale è che il passo carraio, che usufruirà dello specchio, debba essere in possesso della concessione prevista dal Codice della Strada o in caso contrario provvederne alla regolarizzazione», conclude il Comune.

Avete una segnalazione? Mandate una mail a dilloaltrentino@giornaletrentino.it oppure mandateci un messaggio in direct sulla nostra pagina Facebook.