tecnologia

Graffiti rimossi grazie a WhatsApp

Da settembre a oggi sono state le 37 segnalazioni arrivate al Comune di Trento

TRENTO. Ha dimostrato la sua efficacia la campagna di segnalazione via WhatsApp lanciata dal Comune di Trento nel settembre scorso, nell'ambito dell'iniziativa "Noi siamo Trento", per facilitare la rimozione di graffiti dalla facciate degli immobili pubblici e privati di Trento, potenziando così un servizio comunale già attivo dal 1999.

Da settembre a oggi sono pervenute, al Servizio gestione strade e parchi del Comune, 37 segnalazioni per la rimozione di scritte, graffiti o imbrattamenti dalle facciate. Di queste 22 sono state accolte dal Comune, ma solo cinque proprietari hanno accettato il ricorso a ditte esterne incaricate dall'amministrazione comunale previo pagamento di 120 euro.

Undici hanno riguardato strutture di competenza comunale e le rimanenti quattro, sono in via di accertamento. Il Comune ha reso noto anche che è possibile segnalare situazioni di degrado che non riguardano la propria proprietà, utilizzando gli strumenti di contatto con l'Urp, da poco potenziati con il rilascio della nuova piattaforma "SensorCivico" utilizzando WhatsApp al numero 338 5722794.